Sassano, disagi per la chiusura al traffico di una strada

| di
Sassano, disagi per la chiusura al traffico di una strada

Riceviamo una segnalazione di disagio per i lavori di rifacimento di Piazza Piaggio e Piazzale Loreto in Sassano. Infatti, ad appena 24 ore dall’apertura alla circolazione di questi luoghi, a seguito del temporale estivo del 15 giugno scorso, la strada è stata chiusa alla circolazione. Da mesi i residenti  non possono accedere con regolarità alle proprie abitazioni, da quando tutte e due le strade di accesso alle piazze sono state chiuse per lavori. Finalmente la situazione si è regolarizzata il 14 giugno u. s. Tuttavia, dopo appena 24 ore dal ripristino della circolazione, la pioggia ha sollevato – danneggiandoli –  manto e pozzetti di scolo

.
      
Avevamo già segnalato questioni di questo tipo in occasione del nostro interessamento alla questione del boschetto paleo-palustre, sito di pregio ambientale oggi trasformato in zona industriale. Infatti, proprio a Silla di Sassano, i lavori in piazza sembrano essere stati eseguiti in modo non del tutto adeguato, tanto che ancora esiste un buco  non si sa a quale scopo praticato su di un marciapiede. Inoltre, le piastrelle e i marmi del piazzale proprio non vogliono saperne di rimanere al loro posto.
 

Il contribuente, nel caso di Piazza Piaggio e Piazzale Loreto, si chiede se i lavori di rifacimento  – costo dell’appalto  1.166.647 € –  siano stati fatti tenendo conto dell’utilizzo di materiali idonei  rispettando quanto previsto nel capitolato, oppure se sono state effettuate varianti non coerenti con le esigenze tecniche e strutturali. Infatti,  è del tutto paradossale che la chiusura al traffico della zona avvenga non ad anni di distanza, ma dopo solo 24 ore dal ripristino della regolare circolazione locale.

La messa in opera di ogni singola pietra dovrebbe fungere da testimonianza della nostra dedizione ai beni collettivi per i cittadini che abiteranno questi luoghi nel futuro. Massima attenzione è quindi richiesta in tutto quello che si fa per il territorio, specialmente quando sono in ballo investimenti di denaro pubblico così elevati. L’augurio è che presto si possa ripristinare il traffico, risolvendo i problemi di carattere strutturale che hanno provocato il cedimento del manto in pietra. Tuttavia, qualcuno ci dica se questi ed altri lavori sono stati svolti, effettivamente, con tutta la cura richiesta.


© Riproduzione riservata