Mare, 4 infrazioni per ogni km di costa: troppo cemento in Cilento. Legambiente: «Esempio è Vassallo»

In Campania è sempre più aggressione alle coste: 3,9 infrazioni per ogni km di costa, 1837 infrazioni – il 12,6% del totale nazionale – 2.104 persone denunciate e arrestate e 616 sequestri effettuati. Insomma è un «Mare Mostrum» in Campania come denuncia Legambiente con una fotografia del mare violato, dal cemento che divora la costa, agli scarichi illegali, alla mancata depurazione passando per la pesca di frodo. Legambiente ha elaborato i dati delle capitanerie di porto e delle forze dell’ordine.

Cilento, cemento
Il mattone illegale sulla costa continua a essere una piaga della Campania mettendo a rischio interi tratti della costiera amalfitana, delle isole e infiltrandosi pericolosamente nel Cilento. La Campania è al secondo posto, subito dopo la Sicilia . nella classifica del ciclo del cemento sul demanio marittimo con 388 reati accertati.

Pesca illegale
Continua l’ emergenza pesca di frodo. Un fenomeno tanto diffuso nei nostri mari, quanto difficile da contrastare per le forze di polizie, costrette a misurarsi giorno dopo giorno con bande ben agguerrite, dotate tecnologicamente e mai dome. Sono 587 le infrazioni, con 625 persone denunciate e arrestate e 170 sequestri. E avanzano gli “Schumacher” del mare che violano il codice della navigazione e usano il mare come piste di formula uno: Campania maglia nera nazionale con 392 infrazioni del codice navigazione, il 18% del totale nazionale, con 398 persone denunciate e arrestate e 20 sequestri effettuati.

Nel nome di Vassallo
«Una Campania double face, da un lato le eccellenze delle località turistiche sostenibili – commenta Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania – e dall’altra quella deturpata da cemento illegale sulle coste e inquinata dalla scarsa depurazione. Noi continuiamo a credere e lottare per quella Campania virtuosa che punta su innovazione, bellezza e sostenibilità. E non è una caso che in questi giorni a Grosseto alla manifestazione nazionale di Legambiente mostriamo il Sud che ci piace con la mostra illustrata “Il Sogno di Angelo” una graphic novel sulla storia di Angelo Vassallo Sindaco Pescatore di Pollica per raccontare lo stretto rapporto che egli ha saputo creare tra il suo comune e il binomio bellezza e legalità».In Campania è sempre piu’ aggressione alle coste: 3,9 infrazioni per ogni km di costa, 1837 infrazioni – il 12,6% del totale nazionale – 2.104 persone denunciate e arrestate e 616 sequestri effettuati. Insomma è un Mare Mostrum in Campania come denuncia Legambiente con una fotografia del mare violato, dal cemento che divora la costa, agli scarichi illegali, alla mancata depurazione passando per la pesca di frodo. Legambiente ha elaborato i dati delle capitanerie di porto e delle forze dell’Ordine.

©Riproduzione riservata