Marina di Camerota, festa democratica. Basso De Caro: «Aeroporto di Pontegnano è priorità per sviluppo del Cilento»

| di
Marina di Camerota, festa democratica. Basso De Caro: «Aeroporto di Pontegnano è priorità per sviluppo del Cilento»

Festa democratica e dell’amicizia venerdì 31 ottobre a Marina di Camerota. L’iniziativa, organizzata dal Pd, ha visto interventi dedicati ai temi della viabilità e del trasporto ma anche del decreto 133 ‘Sblocca Italia’. Una sala affollata di amministratori cilentani, operatori turistici e cittadini ha applaudito l’inizio del convegno ‘Aeroporto di Pontecagnano, la volta buona?’.

A prendere subito la parola è stato il capogruppo del Pd al comune di Camerota Pierpaolo Guzzo che ha illustrato le problematiche della viabilità da e per Camerota, lamentando l’assenteismo totale dell’ex amministrazione locale e provinciale. Bonifacio Saturno segretario cittadino del Pd ha trattato il tema dell’economia locale e cilentana con una stoccata ai mancati interventi viari e strutturali. Enzo Del Gaudio, consigliere comunale del Pd di Camerota, ha delineato gli aspetti viari tra le quattro frazioni del comune e le difficoltà per gli studenti che devono raggiungere Sapri e Vallo della Lucania. Mario Casillo deputato regionale Pd e delle commissione trasporti della regione Campania ha descritto la mancata progettazione dei tecnici regionali nel comparto dei trasporti. Lello Topo capogruppo Pd alla regione, ha illustrato la situazione di stallo in cui versa la regione e le problematiche del settore sanitario. Tra i relatori c’era anche Simone Valiante, deputato Pd, che ha ribadito la necessità della riapertura del tribunale di Sala Consilina affermando con forza l’incapacità della regione nell’ opporsi al provvedimento di chiusura, dichiarando che siamo stati gli unici in Italia a subire la chiusura di un tribunale a favore di un’altra regione molto più piccola.

Ha concluso i lavori il sottosegretario ai lavori pubblici e ai trasporti Umberto Basso De Caro che ha illustrato il decreto “salva Italia” dichiarando che «in Campania il governo ha speso una cospicua somma di danaro, in particolare per l’allungamento della pista di decollo e atterraggio dell’aeroporto di Pontecagnano e lo spostamento della torre di controllo. Somma stanziata 49 milioni di euro, somma da gestire entro breve tempo, infatti li lavori devono essere progettati e messi in bando entro il 30 aprile 2015 e cantierabili entro il 31 agosto 2015, pena la perdita del finanziamento a favori di altri progetti che sono messi in coda dall’attuale decreto». Concludendo il sottosegretario ha annunciato «una corsa verso il nord dell’alta velocità da Sapri e una da Salerno verso Sapri entro il 2015, infine l’aliscafo Sapri Isole Eolie che sarà ottimizzato nell’estate prossima, una vittoria per Sapri e per la sua comunità che sarà garantita sia sul piano dei trasporti che sul turismo».

©


© Riproduzione riservata