Montecorice, chiede offerte per conto della chiesa. Prete: «Non ho autorizzato nessuno»

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

  • assicurazioni assitur

Raccoglie illecitamente delle offerte, a nome del sacerdote della locale parrocchia, per la festa del santo patrono San Pasquale. E’ quanto si sta verificando in queste ore nel comune cilentano di Montecorice. La festa in questione è quella del santo patrono della frazione Case del Conte. A denunciare l’accaduto è il parroco don Olgierd, che ha messo subito in guardia i fedeli dalla truffa. «Carissimi, sono stato poco fa informato, che sta girando uno che sta raccogliendo delle offerte per la festa di San Pasquale a nome mio – scrive il sacerdote – Non ho autorizzato assolutamente nessuno! Se si presenta prendere numero di targa e chiamate immediatamente i carabinieri perché è una frode utilizzando il buon senso e la fede delle persone». Non è la prima volta che, purtroppo, queste tipologie di truffe vengono messe in atto al fine di spillare qualche soldo soprattutto alle persone più deboli e anziane. “Non ho parole” conclude, amareggiato, il sacerdote.

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur