Montecorice, defibrillatori ko: su idea consiglieri cittadini finanziano batterie

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Defibrillatori con le batterie esaurite e, quindi, non più utilizzabili in caso di emergenza. Ecco, allora, la decisione dei consiglieri del comune di Montecorice, Antonio Maffia e Rosario Meola, rispettivamente di maggioranza e minoranza, di lanciare una raccolta fondi sul territorio comunale al fine di consentirne la sostituzione e, quindi, la riattivazione. Con il contributo di Ciro Cozzolino, Mario Greco e Pasquale Chiariello, così come quello di tanti altri cittadini, sono state comprate le nuove batterie e sostituite quelle vecchie ai defibrillatori presenti sul territorio comunale (Montecorice, Assunta, Agnone e porto di San Nicola a Mare). «Non servono grandi cose, ma solamente grande amore per il proprio paese» è stato il commento dei promotori.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur