Morigerati, drogato e derubato da badante rumena. Anziano disperato: «Cerco assistente di buon cuore per me e mio figlio»

Se non assumerà una badante che sappia assistere adeguatamente il figlio, la sua vita potrebbe trasformarsi in una storia dal finale drammatico. Nicola, 75 anni di Morigerati, è disperato: poche settimane fa, una badante rumena, in casa con lui da appena quattro giorni, lo ha drogato prima e derubato poi di quasi 5mila euro, lasciandolo nella disperazione totale. Per giorni senza macchina a barcamenarsi tra denunce ai carabinieri e servizi da fare. C’è la campagna, gli animali e soprattutto Vittorio, suo figlio, che da quella sera è al reparto di Medicina dell’ospedale di Sapri. Lo assistono infermieri e medici, momentaneamente, ma appena starà meglio dovrà essere dimesso. E allora per Nicola sono guai. Nonostante l’età che avanza, è totalmente autonomo, va in campagna, guida e non si perde d’animo, neppure davanti alle tragedie che la vita gli ha messo davanti: la morte della prima moglie giovanissima e poi, risposato, la morte della seconda moglie per un brutto male. Da Maria, quest’ultima, ha avuto Vittorio, un ragazzo disabile, affettuoso, oggi 20enne, che però ha bisogno di assistenza h24. 

La situazione è complicata e lascia intendere che ci troviamo in quel «limbo», in cui si trovano tante famiglie. I parenti più prossimi vivono dall’altra parte del mondo e lui in quel piccolo paese del Cilento è praticamente solo. La sua forza è Vittorio, per il quale ha girato tutta l’Italia. Medici specializzati e cliniche costosissime pur di garantire a suo figlio l’assistenza migliore. L’episodio di agosto lo ha buttato giù: ora cerca disperatamente una badante per accudire suo figlio e la casa. «Cerco una donna di buon cuore – ha detto al Giornale del Cilento – sicuramente giovane, quarantenne, perché Vittorio non è un bambino e ha bisogno di forza, cure e solerzia». L’impegno, a volerlo chiarire, è per tutta la giornata, notte compresa. Ecco perché il suo appello ha colpito la redazione che ha deciso di dargli una mano nella ricerca della «badante buona». 

Per info rivolgersi alla redazione mail redazionegiornaledelcilento@gmail.com

©Riproduzione riservata