Morigerati, resta in prognosi riservata bambino colpito da proiettile durante battuta di caccia: denunciato lo zio

E’ ancora in prognosi riservata, all’ospedale Santobono di Napoli, B.P. il 12enne di Sicilì di Morigerati, colpito domenica pomeriggio da un colpo d’arma da fuoco durante una battuta di caccia al cinghiale. I medici della Rianimazione fanno sapere che le condizioni del ragazzino sono leggermente migliorare, e non procederanno all’intervento chirurgico proprio in virtù del miglioramento delle condizioni generali. L’incidente è avvenuto ieri, in località Tortorella, nel comune di Morigerati, intorno alle 16:30 circa. Il bambino stava partecipando alla battuta di caccia insieme al padre, allo zio e ad alcuni amici. Ad un certo punto, un colpo d’arma da fuoco lo ha colpito al petto. A far partire accidentalmente il colpo è stato lo zio del piccolo, che è stato denunciato formalmente lunedì mattina per lesioni gravissime per uso d’arma da fuoco dai carabinieri della compagnia di Sapri. Il 12enne è stato prima trasportato dai genitori all’ospedale di Sapri, da qui trasferito al San Leonardo di Salerno. Intorno alle 21 i medici hanno deciso di trasportarlo d’urgenza a Napoli per il peggiorare delle sue  condizioni. 

©Riproduzione riservata

Leggi anche  A 12 anni colpito al petto da colpo di fucile mentre è a caccia col padre