Muore in ospedale, nessuno chiede la salma

di Redazione

È una storia di solitudine e solidarietà. La solitudine che avvolge Vincenza Magliano anche dopo la sua morte. E la solidarietà di un sindaco e due direttori sanitari. Vincenza aveva 87 anni, è morta tre giorni fa nell’hospice della struttura sanitaria di Sant’Arsenio. Era stata trasferita qualche giorno prima da una casa per anziani di Torraca. La donna, nata a Sapri, risulta essere residente a Santa Marina. Al momento del suo decesso sono stati avvertiti i parenti e la struttura di Torraca ma nessuno, fino a ieri sera, si è presentato per provvedere al trasporto della salma e al suo funerale. La notizia la riporta Il Mattino di Salerno.

Trascorse le 24 ore e considerando l’impossibilità della permanenza della donna a Sant’Arsenio sono scesi in campo il sindaco di Sant’Arsenio, Donato Pica e i direttori sanitari Mondello, del Distretto, e Mandia, del “Luigi Curto” di Polla. Il primo cittadino ha avviato una serie di telefonate per cercare di ricostruire l’accaduto e rintracciare i parenti. Da quanto emerge sono stati avviati contatti anche con la struttura per anziani di Torraca e le istituzioni pubbliche di Santa Marina. Allo stesso tempo con la collaborazione dei direttori sanitari, il corpo della sfortunata 87enne, deceduta per cause naturali, è stato trasferito in una cella frigorifera dell’ospedale di Polla. Questo in attesa che qualcuno si faccia avanti per organizzare il funerale della signora e anche per la tumulazione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019