• Home
  • Cronaca
  • Muratore morto a San Pietro al Tanagro, c’è un indagato

Muratore morto a San Pietro al Tanagro, c’è un indagato

di Pasquale Sorrentino

Si sono tenuti nel pomeriggio i funerali di Salvatore Cardiello, il muratore deceduto sabato a San Pietro al Tanagro nei pressi di un locale. Il 65enne muratore è deceduto in seguito a una caduta da una scaletto e ha sbattuto la testa, probabilmente in seguito a un malore. Questo lo chiarirà l’autopsia che si è tenuta ieri e dalle quale è emerso che c’è anche un indagato, sulla cui identità c’è il massimo riserbo, così come l’accusa rivolta. Di certo non si tratta della ditta per la quale il 65enne lavorava in quanto non c’erano cantieri aperti nei pressi del locale. I carabinieri dovranno chiarire se l’incidente è legato a un incidente privato o mentre lavorava.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019