Nasce “SOS impresa – Rete per la legalità di Salerno aps” per gli impreditori salernitani

SOS Impresa – Rete per la Legalità è la storica associazione di Confesercenti autentico baluardo della legalità, in prima linea per contrastare il malaffare, l’usura il racket ed al fianco degli imprenditori per far vincere sempre e comunque gli aspetti legati alla legalità. Proprio per questo in un’ottica di rinnovamento di persone, uomini e donne salernitani, imprenditori e professionisti della rete associativa, nasce il nuovo strumento di tutela per le imprese salernitane ovvero “SOS impresa – Rete per la Legalità di Salerno aps”.

Gli imprenditori salernitani, le imprese, i negozi del commercio di tutti i settori, avranno la certezza di una azione di tutela per tutte le forme di distorsione sociale ed economica che potrebbero riguardarli da vicino nella gestione della propria impresa.

Sarà il presidente della Confesercenti Provinciale di Salerno Raffaele Esposito a guidare la nuova associazione provinciale, un chiaro segnale di rinnovamento con il conforto degli uomini e dei dirigenti di Confesercenti al suo fianco, un gruppo dirigente che dovrà pensare, in questa prima fase iniziale, a coordinate le iniziative a supporto ed a difesa degli imprenditori che per il prossimo biennio saranno affiancati, nell’assistenza tecnica, dalla professionalità della rete per la legalità regionale.

«Sono particolarmente soddisfatto per la creazione in ambito provinciale di questo nuovo soggetto, fortemente voluto dalla base associativa che ci vedrà impegnati in prima linea in un deciso impegno territoriale che affronteremo con energia ed entusiasmo, con la consapevolezza del supporto associativo della rete Confesercenti, della rete per la Legalità nazionale e regionale, ma anche di quella istituzionale, ho peraltro già avuto gli auguri, graditissimi, di buon lavoro da parte del Prefetto di Salerno Francesco Russo, sempre attento alle dinamiche territoriali ed alle criticità sociali ed economiche che purtroppo riguardano sempre più anche questa terra meravigliosa.

Sul “modus operandi” della nuova struttura, – prosegue il neo presidente Esposito, – abbiamo già le idee chiare, imposteremo un netto scostamento da precedenti versioni associative, dove garantiremo maggiore e migliore comunicazione tra la struttura provinciale di Confesercenti e le attività di tutela poste in essere per gli assistiti, maggiore concertazione territoriale anche attraverso iniziative di sensibilizzazione alle tematiche proprie di SOS Impresa, una rinnovata fase di ascolto tra le imprese e con gli imprenditori che chiederanno la nostra assistenza ed il nostro supporto, l’istituzione di una o più “short list” di professionisti che a rotazione saranno nelle disponibilità della organizzazione provinciale, dove l’imprenditore vittima potrà eventualmente scegliere, per un miglior supporto possibile. Una politica nuova nell’ottica delle maggiori tutele possibili, attenta agli aspetti del coinvolgimento territoriale in primis, e per quelle garanzie legata alla imparzialità utili, indispensabili direi, per consentire una più ampia azione di assistenza, accompagnamento e tutela alle vittime di usura e racket».

«Attraverso il supporto e la disponibilità delle eccellenze professionali che la nostra provincia esprime e che sono già pervenute alla nostra organizzazione, garantiremo in maniera trasparente ed incondizionata, le migliori risorse professionali alle vittime. Immagino, prosegue il presidente Esposito, questa nuova struttura organizzativa un porto sicuro, una struttura discreta, operativa e risolutiva nel rispetto delle persone coinvolte e della legge, proprio per questo all’interno della neonata associazione non abbiamo voluto inserire liberi professionisti, piuttosto imprenditori “persone” che possono in una prima fase di ascolto solidarizzare e capire bene le criticità riscontrate dalle vittime che potranno così parlare in un primo momento con dei “pari grado”.

Vogliamo a tutti i costi evitare imbarazzanti situazioni derivanti da ipotetici “conflitti di interessi”, ed infine lavoreremo alla sostenibilità delle prestazioni associative da parte dei nostri consulenti e professionisti, in questa fase è necessario infondere fiducia anche sotto il profilo dei compensi per consulenze e prestazioni professionali. Un nuovo soggetto con i commercianti e gli imprenditori al centro, in un momento storico drammatico sotto ogni punto di vista che potrebbe inevitabilmente portare ad una crescita di quelle distorsioni economiche e sociali più volte rimarcate dalla nostra organizzazione. Ringrazio la rete provinciale, i componenti provinciali colleghi ed amici, imprenditori, il presidente regionale SOS impresa Luigi Cuomo, il direttore regionale Pasquale Giglio e la struttura Nazionale che ha voluto indicarmi alla guida di questa nuova organizzazione provinciale. Ricordiamo a tutti il nostro numero verde nazionale 800900767 per denunciare, senza vergogna o paura ma in maniera decisa e convinta, se si è vittime di usura o racket, e la nostra nuova pagina social: “SOS Impresa Salerno e Provincia” . Noi faremo la nostra parte».

©Riproduzione riservata