Agropoli contro il nucleare

Centosessantacinque  firme sono state raccolte oggi al gazebo SeL  ad Agropoli a sostegno della mozione che si oppone alla decisione nuclearista del governo.Le firme saranno consegnate al sindaco perchè dica no al nucleare e trasmetta la mozione alla Regione Campania sollecitandola ad impedire l’installazione di centrali nucleari e la realizzazione di impianti  al servizio delle stesse. L’unica cosa sicura del nucleare sono i rischi ad esso correlati,maggiori in una regione a forte rischio sismico qual è la Campania. Del resto la consapevolezza di questi rischi era già nota nel  1987 ,quando l’ 80 per cento degli italiani disse  NO al nucleare. Nel volantino che è stato distribuito oggi ai cittadini sono evidenziati la costosità e la pericolosità del nucleare e si ricorda :”…il governo Berlusconi,aggirando la volontà popolare,ha reintrodotto l’opzione energetica nucleare con la legge 99 del 23.07.09.Una legge che possiamo cancellare votando tutti SI’ al referendum abrogativo.Tornare all’atomo sarebbe pura follia.Non andare a votare,anche.”