• Home
  • Cronaca
  • Ultima domenica di apertura all’insegna di Halloween

Ultima domenica di apertura all’insegna di Halloween

di Rito Ruggeri

Ultima domenica di apertura al pubblico per l’oasi del fiume Alento, all’insegna di una delle feste più amate da grandi e piccini. Il 31 ottobre dalle ore 10 alle 18 il grande parco attrezzato che circonda la diga sarà, infatti, la location di un laboratorio creativo dedicato ad Halloween e aperto sia agli adulti che ai bambini.
 
Nelle prossime settimane, però, prosegue l’impegno dello staff dell’oasi per offrire alle scolaresche sempre nuove attività coinvolgenti ed educative. È il caso dello speciale laboratorio di riciclo “Ri…crea il tuo Natale” che quest’anno viene proposto per la prima volta alle classi delle elementari e medie e si svolgerà direttamente presso gli istituti scolastici.
Sotto la guida di competenti artisti gli alunni impareranno a ricavare dai materiali di scarto, solitamente destinati a finire nella spazzatura, splendide decorazioni e bellissimi doni natalizi fai da te, grazie all’utilizzo di tecniche tradizionali e sperimentali di assemblaggio creativo. L’obiettivo è quello di educare i bambini alla difesa dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, stimolandone la creatività e facendoli divertire, ma anche mostrando loro come sia possibile riutilizzare i rifiuti in modi insospettati. 
Lo smaltimento rappresenta oggi, in effetti, un problema molto serio, ma per diminuire la mole dei materiali di scarto è necessario innanzitutto che cambino le abitudini delle singole persone, a partire dai gesti quotidiani. Per questo è importante sensibilizzare gli abitanti, e soprattutto i bambini, al rispetto della natura e alla differenziata: sono infatti i loro comportamenti, come consumatori e conferitori di domani, che determineranno uno sviluppo più sostenibile.
I laboratori proposti alle scuole dimostrano che i rifiuti sono una risorsa per la collettività e, attraverso il loro riuso artistico, possono trasformarsi perfino in oggetti preziosi.
Un esempio?  Un vestito rotto, destinato a essere buttato, è fatto di stoffa e bottoni che nelle mani giuste possono trasformarsi in bambole o pedine, in vele di una zattera o giocatori di calcio.
Il laboratorio di riuso creativo degli scarti è rivolto ai bambini dai 5 ai 11 anni e ha il costo di 50 euro per un gruppo di circa 20 partecipanti. Gli incontri si svolgeranno presso le scuole e avranno la durata di 2 ore circa. Ciascun laboratorio prevede l’intervento di operatori qualificati che forniranno tutti i materiali e gli attrezzi di lavorazione.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019