• Home
  • Cronaca
  • Omicidio Vassallo, Dario: «All’Antimafia ho fatto i nomi di chi l’ha ucciso»

Omicidio Vassallo, Dario: «All’Antimafia ho fatto i nomi di chi l’ha ucciso»

di Marianna Vallone

Intervistato da Repubblica, Dario Vassallo dice: «Ho detto tutto alla commissione Antimafia. Durante l’audizione dei giorni scorsi ho fatto i nomi di quelli che, secondo me, sono i responsabili dell’omicidio». Il fratello del Sindaco Pescatore, Angelo Vassallo, ucciso ad Acciaroli  il 5 settembre 2010 con nove colpi di pistola cerca la verità da nove lunghi anni sull’omicidio di suo fratello Angelo, il sindaco di Pollica.

Un’inchiesta delle Iene, di Giulio Golia e Francesca di Stefano, ha riacceso i riflettori sul caso. Il programma Mediaset nella prima puntata ha raccontato tutto quello che sembra non tornare nella ricostruzione di quella notte e tutti i dubbi ancora da sciogliere intorno all’omicidio. Nella seconda parte i giornalisti si sono concentrati sul numero curiosamente alto di carabinieri a vario titolo coinvolti nella vicenda. Nella terza parte l’attenzione è puntata tutta sul giro di droga nella frazione di Acciaroli di cui Angelo Vassallo si era lamentato più volte. Alla locale caserma dei carabinieri aveva chiesto duri interventi per arginare lo spaccio di sostanze stupefacenti.

Dario Vassallo a Repubblica dice: «Secondo me siamo molto vicini alla verità. In questi ultimi giorni ho appreso, anche grazie alla trasmissione Le Iene, dettagli che non conoscevo. – ha detto – Continuo a pensare che la vera svolta debba essere cercata qui, ad Acciaroli, dove ci sono tre o quattro personaggi che presto avranno un nome e un cognome».

Attualmente l’unico indagato è l’ex sottufficiale Lazzaro Cioffi, ora sotto processo perché accusato di alcune complicità con il boss della droga del Parco Verde di Caivano. Secondo la Procura di Salerno, che coordina l’inchiesta condotta dai carabinieri, il movente più accreditato sarebbe proprio la guerra che il sindaco aveva dichiarato allo spaccio di droga.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019