• Home
  • Cronaca
  • Ospedale di Sapri, Cisl Fp lancia allarme: «Ostetricia e ginecologia chiude per mancanza di medici»

Ospedale di Sapri, Cisl Fp lancia allarme: «Ostetricia e ginecologia chiude per mancanza di medici»

di Antonio Vuolo

«L’attuale situazione in cui versa la unità operativa di Ostetricia e Ginecologia potrà garantire l’apertura fino alla prossima domenica alle ore 8 del mattino. Poi chiuderà in attesa di un potenziamento dell’organico dei medici», dichiara il delegato della CISL FP del presidio ospedaliero Paradiso Gerardo.

«Spiace dover constatare che la direzione strategica dell’ASL Salerno in quasi quattro anni di gestione forse ha finalmente capito che per fare sanità ci vogliono i medici e forse per tale ragione ultimamente ha attivato una procedura di reclutamento. Nel concreto la situazione in cui versa il reparto è la seguente: una dirigente responsabile e 3 medici che dovrebbero garantire la turnistica sulle 24 ore e per tutta la settimana dal lunedì alla domenica. I turni venivano potenziati con altro personale medico che concorreva a garantire i livelli essenziali di assistenza in attività libero professionale intramuraria (ALPI)», continua il delegato Cisl.

«Il direttore sanitario del presidio ospedaliero non vuole più firmare i turni perché violano la legge nel mentre fino ad ora li firmava perché eravamo in emergenza Covid. Attualmente la programmazione delle attività è garantita fino a domenica mattina, 8 maggio alle 08:00 poi il fermo obbligatorio e conseguente chiusura del reparto, con sommo gaudio di quanti stanno concorrendo a distruggere la sanità di prossimità soprattutto in periferia e nei territori più disagiati. Il mese scorso avevamo il problema delle ostetriche e dal 1 maggio sono arrivate 3 ostetriche e sembrava risolto il problema del personale sanitario del comparto. Ma l’assenza di programmazione mostra tutti i limiti e l’impossibilità di governo nella gestione della complessità delle prestazioni assistenziali.

Anche la emergenza sarà garantita fino a domenica con turni di reperibilità. Dopo le otto di domenica vigerà lo stato del “liberi tutti” di andare a partorire altrove, con il beneplacito di tutta la politica locale che ovviamente allo stato tace inesorabilmente. Forse sarebbe opportuno cominciare a disturbare il guidatore prima che tutta la macchia si schianti inesorabilmente», conclude con una punta di rammarico il delegato Paradiso.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Antonio Vuolo

Giornalista e comunicatore per passione e per professione da ormai oltre 10 anni, se non ho perso il conto. Il segreto? Avere dentro di sé sempre la stessa curiosità di un bambino. Mi appassionano i temi legati soprattutto alle questioni di attualità, allo sport, al territorio. Quando non sto con una penna in mano o una telecamera davanti, potete “trovarmi” in giro in qualche angolo del Cilento o del mondo, oppure più semplicemente in un bar a sorseggiare un calice di vino con gli amici.
Tutti gli articoli di Antonio Vuolo

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019