• Home
  • Cronaca
  • Ospedale Roccadaspide, Auricchio: «Reparti di Chirurgia e Cardiologia regolarmente attivi»

Ospedale Roccadaspide, Auricchio: «Reparti di Chirurgia e Cardiologia regolarmente attivi»

di Redazione

In una nota stampa il vicesindaco di Roccadaspide, Girolamo Auricchio spiega che «i reparti di Chirurgia e di Cardiologia – Unic dell’Ospedale di Roccadaspide funzionano a pieno regime e, fortunatamente, non sono tra i reparti temporaneamente chiusi. Negli ultimi giorni, alcune testate giornalistiche, hanno raccontato le criticità relative alla mancanza di personale presso l’Ospedale di Roccadaspide da cui sta conseguendo il temporaneo blocco dei ricoveri presso alcuni reparti, quali Medicina e Lungodegenza. Erroneamente tra i reparti chiusi sono citati anche quelli di Chirurgia, diretto dal Dottore Francesco La Rocca e di Cardiologia – Utic, diretto dal Dottore Igino Oppo, che, invece, funzionano a pieno regime.

«Va ricordato che il reparto di Cardiologia -UTIC- ha aggiunto – è uno dei pochi reparti, in tutta la Campania, in cui si -effettuano test al cicloergometro,eco-stress farmacologico, ecocardiografia transesofagea, ecocardiogramma, holter dinamico cardiaco e tanti altri esami grazie ad attrezzature modernissime. Presso l’ospedale di Roccadaspide, infatti, da diversi anni, è attivo anche l’Ambulatorio Specialistico di Cardiologia diretto dal Dottore Igino Oppo, che lo ha fortemente voluto insieme al Dottore Raffaele Rotunno. L’Ambulatorio – ha aggiunto Auricchio – permette agli utenti di ricevere anche gli esami più particolari in day- hospital e quindi senza necessita di ricovero. Ad erogare visite specialistiche, inoltre, ogni giovedi vi è il Dottor Rotunno che nonostante la sopraggiunta età pensionabile, ha deciso di continuare a prestare gratuitamente servizio presso la struttura. E’ utile ricordare che Rotunno, con il suo team, è riuscita a portare in alto il nome del reparto di Cardiologia di Roccadaspide con importanti sperimentazioni che lo hanno fatto conoscere anche al di fuori dei confini nazionali. Tra queste il progetto “Cardiopai che porta proprio la firma di Rotunno e che è stato lodato dall’AIFA. l’Agenzia Italiana del Farmaco».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019