Ospedale San Luca, arriva una Risonanza magnetica di ultima generazione

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Una nuova Risonanza Magnetica di ultimissima generazione per l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania. L’apparecchiatura, una Siemens da 1,5 Tesla, è stata collaudata nella giornata di ieri. La nuova strumentazione, voluta dai vertici dell’Asl Salerno, può essere usata per indagini neurologiche, articolari addome, mammella e tutti gli altri distretti anatomici con e senza mezzo di contrasto. L’esecuzione è avvenuta nel tempo record di 30 giorni lavorativi. L’apparecchiatura è dotata anche di un gruppo statico di continuità capace di dare autonomia di funzione anche in caso di assenza di energia elettrica. I lavori sono stati condotti in equipe per la parte edile e impiantistica dall’architetto Maurizio Pilerci della struttura tecnica aziendale e per la parte strumentale dall’ingegnere Francesca Perrina della struttura Tecnologie Biomediche e per la parte proteximetrica dal dottore Giuseppe Giannattasio, esperto fisico aziendale. Si tratta di un altro tassello importante per l’ospedale cilentano che consentirà di effettuare indagini diagnostiche rapide e di ultima generazione, precedentemente impossibili.

  • assicurazioni assitur

RIPRODUZIONE RISERVATA

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur