• Home
  • Attualità
  • Ospedale Sapri, intervento chirurgia mini invasiva. Cianciola: «Opportunità»

Ospedale Sapri, intervento chirurgia mini invasiva. Cianciola: «Opportunità»

di Redazione

di Maria Emilia Cobucci

Una importante novità in materia di chirurgia mini invasiva arriva dall’ospedale “Immacolata” di Sapri. Si tratta nello specifico di un intervento di discectomia percutanea messo a punto presso il nosocomio saprese nei giorni scorsi dall’anestesista e rianimatore Emidio Cianciola e la sua equipe. Una operazione all’avanguardia nel campo della chirurgia mini invasiva e che quindi può essere effettuato in day ospital. Non va considerato come un’alternativa a quello chirurgico ma una vera opportunità per prevenire la chirurgia aperta. Tre le persone, tra i 30 e i 40 anni, che nella giornata di venerdì si sono sottoposte all’intervento, effettuato per la prima volta preso il nosocomio dell'”Immacolata”.

“Da circa tre anni ci occupiamo di terapia antalgica interventistica effettuata sulla colonna vertebrale – ha dichiarato Cianciola -. Abbiamo in passato eseguito diverse tecniche di terapia del dolore coma la radiofrequenza ma è la prima volta che effettuiamo una discectomia percutanea. Si tratta di una rimozione percutanea del nucleo pomposo del disco che può prevenire l’intervento neurochirurgico”. E circa gli effetti positivi di tale intervento Cianciola ha parlato della possibilità per un paziente “di rimettersi immediatamente in piedi e ricominciare fin da subito la sua attività lavorativa”. Il nosocomio saprese è una delle poche strutture ospedaliere che effettuata tali interventi all’interno dell’ASL di Salerno. “Come punto di riferimento per l’attività di terapia antalgica – ha infine chiosato Cianciola – seguiamo l’attività dal dottore Maurizio Pintore presso l’ospedale di Oliveto Citra”.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019