• Home
  • Cronaca
  • Otto chilometri dell’Alta velocità «costruiti sulla Sicignano-Lagonegro», Comitato non ci sta e attacca RFI

Otto chilometri dell’Alta velocità «costruiti sulla Sicignano-Lagonegro», Comitato non ci sta e attacca RFI

di Pasquale Sorrentino

Il presidente del Comitato per la riattivazione della ferrovia Sicignano-Lagonegro, Rocco Panetta, ha avuto un colloquio con il sindaco di Atena Lucana, Luigi Vertucci. Dell’incontro riferisce lo stesso Panetta. «Italferr – ha riferito Panetta – ha inviato al Comune le tavole dello studio di fattibilità con il tracciato della tratta Alta velocità Battipaglia-Praja che interessa quel Comune. Sembra che gli 8 chilometri della tratta AV, a doppio binario, saranno costruiti con i piloni che reggeranno la linea AV, sopraelevata di alcuni metri sul piano di campagna, piantati sull’area di sedime del binario unico della linea Sicignano-Lagonegro, che non esisterà più per la lunghezza di 8 chilometri».

Il Comitato per la Riattivazione della Sicignano-Lagonegro non ci sta: «Per costruire 8 km di Alta velocità si eliminano 78 km di ferrovia già esistente tra Sicignano e Lagonegro?», chiede Panetta, il quale ha già scritto al Ministro Giovannini, ai senatori Francesco Castiello e Gianni Pittella, alla deputata Marzia Ferraioli. «Mi auguro che sia una bufala», ha concluso il presidente, «non posso credere che RFI voglia distruggere una linea di proprietà dello Stato con 940 milioni di euro di fondi europei del PNRR, da spendere entro giugno 2026, per riaprila al traffico, interconnessa alla tratta AV Battipaglia- Praja».

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019