Palinuro, edificio abbandonato da 60 anni diventerà un centro per i giovani (FOTO)

E’ una struttura risalente agli anni ’50, costruita da una fondazione canadese e adibita ad asilo, poi acquistata dal Comune di Centola nel 2006. Si tratta della ‘Casa Canadese”, un edificio di Palinuro, che da anni giace in uno stato di abbandono. Per saperne di più sulle sorti del fatiscente edificio, il giornale del Cilento ha rivolto alcune domande agli addetti ai lavori del Comune di Centola. Dagli uffici tecnici del municipio fanno sapere che il Comune ha acquistato la struttura nel 2006 per una cifra che gira intorno ai 300mila euro. Per la posizione, la Casa canadese ha molto potenziale: «Sicuramente tanto, – spiega l’architetto – il progetto esiste ma, per una serie di problemi burocratici, ancora non si è riusciti ad iniziare i lavori. Il progetto, – spiega il tecnico – che verrà realizzato con un contributo della Regione Campania e del Comune di Centola (400mila euro dalla Regione e 200mila dal Comune), prevede la costruzione di un centro polifunzonale con lo scopo di promuovere lo sviluppo ed il potenziamento dell’offerta culturale». E in questo progetto sono previste iniziative per i giovani. «Essendo un centro polifunzionale di studio ci sarà spazio per i giovani». L’inghippo, a quanto pare, sta nella copertura in amianto. Il Comune è in attesa della risposta da parte dei Beni Culturali di Napoli, ma c’è già il parere favorevole della Soprintendenza di Salerno, Autorizzazione Paesaggistica e il Nulla-Osta del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Insomma, non c’è una data certa per l’inizio dei lavori, ma da palazzo di città assicurano che dovrebbero iniziare dopo le feste.

©Riproduzione riservata