Parco del Cilento, uno studio sul biomonitoraggio delle api

Inizia il biomonitoraggio ambientale attraverso lo studio delle Api nel Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni. Attraverso l’analisi delle api in diversi punti del Territorio del Parco, verrà rilevata l’eventuale presenza di  inquinanti ambientali, tra i quali i metalli pesanti, che creano diversi danni alla nostra salute.

Le numerose proprietà nutraceutiche del Miele, ricco di fibre, proteine, vitamine, sali minerali e polifenoli, oggetto di un prossimo studio, lo fanno entrare a pieno titolo tra i prodotti di eccellenza della Dieta Mediterranea del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni.

Particolare soddisfazione viene espressa dal Presidente del Parco, Tommaso Pellegrino: «Si tratta di un progetto di grande valore scientifico e ambientale al quale teniamo molto. Sono certo che i risultati saranno particolarmente utili per individuare eventuali criticità. Lo studio, inizialmente, prevede sei postazioni distribuite sull’intero Territorio del Parco, ma certamente dopo una prima fase di analisi, saranno previste nuove stazioni di biomonitoraggio».

Il progetto è coordinato dall’Università degli Studi del Molise in collaborazione con l’Associazione Apicoltori della Provincia di Salerno.

©Riproduzione riservata