Pisciotta, precipita in dirupo e muore: sindaco indagato

Infante viaggi

Avviso di conclusione delle indagini per il sindaco di Pisciotta Ettore Liguori ed altre quattro persone per la morte di Maria Grazia Tortora. La donna di 86 anni il 29 settembre dello scorso anno nel scendere dall’auto si appoggiò ad una staccionata in legno a pochi passi da centro di Rodio, frazione di Pisciotta. La struttura in legno cedette e la donna precipitó in un dirupo. Fu trasferita in gravi condizioni all’ospedale San Luca di Vallo dove il suo cuore cesso di battere dopo otto giorni. Presentava la frattura del bacino ed altre gravi ferite. Una morte su cui i familiari vollero subito far chiarezza. Presentarono denuncia ai carabinieri. I militari in ospedale sequestrarono la cartella clinica. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Vallo aprì un fascicolo di indagine. Nel registro degli indagati finirono con l’accusa di omicidio colposo il sindaco di Pisciotta Ettore Liguori, due tecnici comunali, un geometra e un architetto, e il titolare della ditta che ha eseguito i lavori per la messa in opera della staccionata da cui è precipitata l’anziana. 

  • assicurazioni assitur
assicurazioni assitur