Polemica sul cineteatro di Policastro, Tagliaferri: «Spese esorbitanti, bisognerebbe metterlo in sicurezza»

Dopo la scelta dell’amministrazione comunale di Santa Marina di realizzare un cine-teatro nella zona adiacente alla villa comunale di Policastro Bussentino, si solleva un polverone che divide l’opinione pubblica tra chi vede in questa struttura un motore di rilancio del territorio e chi, invece, muove una critica sulle modalità di messa in opera. Di quest’ultima opinione è Michele Tagliaferri, eletto tra le fila del gruppo di minoranza ‘La stella’. Il consigliere comunale già nel 2006, allora facente parte dell’amministrazione Castaldo, aveva cercato di immaginare una possibile soluzione compatibile con le esigenze dell’immobile già sede della scuola elementare. «Si tratta di un edificio in buone condizioni, che fino a poco tempo fa veniva utilizzato anche per attività ludiche ed intrattenimenti pomeridiani. Non è possibile abbatterlo – continua Tagliaferri – ma, come da delibera di giunta 162/2013, occorre metterlo in sicurezza. Di fatto, ad oggi il plesso che ospita gli studenti della scuola primaria non riesce a fronteggiare i problemi della mancanza di aule». Tagliaferri contesta anche le spese esorbitanti per la realizzazione di tale opera, per le quali ha già esposto denuncia che attualmente è al vaglio della magistratura.

©Riproduzione riservata