Porto di Casal Velino, ok dalla Regione: «Presto risolto problema del dragaggio»

di Marianna Vallone

«Dopo la riunione che si è tenuta a Napoli il 27 maggio presso il settore Trasporti e Sostenibilità con il consigliere regionale Luca Cascone, il direttore generale Carannante e il dirigente Polizio, ci è  stato comunicato in questi giorni che la settimana prossima sarà adottata in Giunta Regionale una apposita delibera riguardante la portualità turistica. Tra i beneficiari sarà inserito anche il nostro Comune per la soluzione della grave problematica che riguarda il porto». Così l’amministrazione comunale di Casal Velino che è riuscita ad ottenere il contributo che gli consentirà di risolvere i problemi legati al dragaggio nel Porto.

«Un ringraziamento doveroso al presidente Vincenzo De Luca, al vicepresidente Fulvio Bonavitacola e ai presidenti di commissione Luca Cascone e Franco Picarone per l’attenzione e l’impegno  profuso», spiegano da palazzo di città. Per eliminare l’ostruzione che si è venuta a creare sui fondali del Porto di Casal Velino, a causa della sabbia e delle alghe, il Comune aveva chiesto alla Regione 300mila euro, ovvero i costi del progetto che prevede urgenti lavori di manutenzione straordinaria, livellamento e adeguamento dei fondali, che tengono bloccate le imbarcazioni in entrata e uscita. L’intervento risolverebbe anche un altro grave problema, quello delle esalazioni che con il caldo estivo si sprigionano, a causa della putrefazione delle alghe.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019