Presidenza unione comuni alto Cilento, Alfieri: «Consigliere comunale abituato a parlare senza sapere».

In merito al manifesto che è stato affisso da alcuni consiglieri comunali sulla questione della presidenza dell’Unione dei comuni ‘Alto Cilento’ arriva la replica di Franco Alfieri, sindaco di Agropoli e presidente in carica. «Per la verità – ha detto Alfieri – la questione è stata già affrontata e chiarita nelle varie sedute ed è diventata ormai un’ossessione da parte di costoro. Comprendo – prosegue – che chi è vinto, chi è minoranza, chi non rappresenta nessuno o solo qualcuno, avendo racimolato solo qualche manciata di voti, voglia sfogare la propria rabbia e la propria frustrazione in questo modo. Ma ci tengo a ribadire che lo Statuto dell’Ente, il quale prevedeva la rotazione annuale dei presidenti delle Unioni dei comuni, è superato da una legge che impone alle stesse che la carica di presidente debba durare almeno due anni e mezzo». «Quindi – precisa Alfieri – non sono attaccato alla poltrona, sto esercitando una funzione con il consenso della stragrande maggioranza dell’assemblea dell’Unione dei comuni e quando il mio mandato scadrà sarò ben lieto di passare il testimone». «Giusto una precisazione – precisa – i sindaci dell’Unione dei comuni “Alto Cilento” mi hanno chiesto di proseguire alla guida dell’Ente anche oltre la naturale scadenza, e qualcuno ha anche messo a disposizione il proprio mandato da presidente, per consentire a me un’azione amministrativa più lunga nel tempo al fine di realizzare i programmi e le aspettative che ci sono sul territorio». «Capisco – conclude – che chi perde da sempre ed è abituato a perdere non rientri in una logica di serenità e tranquillità». 

©Riproduzione riservata