• Home
  • Politica
  • Accordo Sica-Cirielli rischia di mandare in frantumi maggioranza a Palazzo Sant’Agostino

Accordo Sica-Cirielli rischia di mandare in frantumi maggioranza a Palazzo Sant’Agostino

di Maria Antonia Coppola

La pace tra Ernesto Sica ed il Presidente della Provincia Cirielli sancita nel corso di un incontro pubblico svoltosi sabato mattina al Comune di Pontecagnano nel corso del quale si è parlato di Principato di Salerno, trasporti, aeroporto, sviluppo del territorio picentino e di una rinnovata intesa politica tra i due, rischia di creare non pochi problemi ed imbarazzi in seno alla maggioranza di governo a Palazzo Sant’Agostino.

I primi negativi effetti per il Presidente della Provincia Cirielli potrebbero aversi già nelle prossime ore. Il ritrovato feeling tra Cirielli ed il Sindaco di Pontecagnano, infatti, non è piaciuto al Nuovo – PSI di Caldoro alleato di governo a Palazzo Sant’Agostino e che in Giunta provinciale annovera l’ottimo Assessore alla Protezione Civile e risorsa Mare Antonio Fasolino.

Alla luce di queste nuove intese con Sica, protagonista nei mesi scorsi della vicenda relativa al falso dossier contro Caldoro per screditarne l’immagine ed ostacolarne la candidatura a Governatore, il Presidente Cirielli potrebbe perdere un pezzo importante della sua Giunta. Proprio Fasolino, infatti, potrebbe fare un passo indietro e rimettere il mandato nelle mani del Presidente della Provincia. Secondo alcune indiscrezioni proprio domani potrebbe esserci un incontro tra Cirielli e Fasolino.

Aggiornamento ore 21.35: E’ in corso un vertice a Napoli del Nuovo PSI presieduto da Stefano Caldoro con i massimi vertici del partito per analizzare la posizione del Nuovo-PSI all’interno della coalizione di governo a Palazzo Sant’Agostino.

 

 

 

fonte:SAlernonotizie

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019