Puc partecipato a Sapri, sindaco: «Cittadini fondamentali per idee e critiche»

L’amministrazione comunale di Sapri si è impegnata a mobilitare la cittadinanza in un processo di ascolto e coinvolgimento per costruire il quadro delle criticità, delle opportunità, delle idee e delle aspettative di chi vive nel territorio di Sapri. Il tutto è finalizzato alla costruzione del Puc, il Piano urbanistico della città, inesistente da trent’anni.

Il Preliminare del Puc, la cui redazione è affidata agli architetti Antonio Olivero,  Amalia  Bevilacqua, Giuseppe  Bruno  e  Giuseppe Servillo, delinea il quadro conoscitivo generale, storico culturale e paesaggistico del borgo costiero, spingendosi fino alle linee strategiche che l’amministrazione intende perseguire, tra cui il quadro della portualità, della tutela idrogeologica del territorio e del potenziamento dell’offerta turistica. 

«L’apporto della cittadinanza in questa fase operativa sarà fondamentale in termini di idee, critiche e suggerimenti migliorativi, essenziali per la formazione del nuovo Puc, – ha spiegato in una nota l’amministrazione – strumento regolatore delle attività di trasformazione urbana e territoriale di un paese e sostiene sia lo sviluppo locale che le esigenze di coordinamento dell’intero territorio». «Soddisfazione per l’importante passo in avanti compiuto» da parte del sindaco Giuseppe Del Medico, convinto che «Sapri ha bisogno di rilanciarsi e rinnovarsi, il nuovo PUC rappresenta una grande opportunità per la nostra Città: è il tempo delle scelte e della responsabilità, dobbiamo agire guardando al futuro del paese e di tutti i cittadini».

«Abbiamo lavorato con intensità e continueremo a farlo- ha dichiarato il vicesindaco Giuseppe Ricciardi, responsabile dell’urbanistica – coinvolgendo i cittadini, gli operatori economici, i professionisti e le associazioni per consentire a tutti di esprimere le proprie idee di salvaguardia, sviluppo sostenibile e valorizzazione paesaggistica sulle tematiche che segneranno le scelte future». La fase successiva del procedimento, il cui responsabile è Alberto Ciorciaro, riguarderà le consultazioni con gli SCA (Soggetti Competenti Ambientali) per stabilire congiuntamente all’ufficio VAS la portata delle informazioni da includere nel Rapporto Ambientale della Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

©Riproduzione riservata