«Quell’antenna è un pericolo per i bambini», giunta Palazzo pronta a delocalizzarla

Neanche il tempo di insediarsi, che la nuova giunta comunale di San Giovanni a Piro ha deciso di mettere fine all’annosa questione dell’antenna della telefonia, piazzata al centro del paese, a pochi passi da scuole e uffici. La decisione arriva dopo anni di battaglie e richieste, da parte dell’attuale assessore alla Cultura, Franco Maldonato, anche presidente del Comitato Salute Pubblica, che aveva più volte chiesto la delocalizzazione dell’impianto, perché pericoloso per la salute dei bambini che frequentano le strade dove è posizionato. Una battaglia contro il «mostro» di San Giovanni a Piro che lo scorso anno è stato anche al centro di un servizio della Rai. In un anno sono stati accertati oltre 30 casi di neoplasie, anche cranio-encefaliche. Un caso, ma forse no, che ha comunque messo in allarme la popolazione. Ora, dopo continue richieste, proteste e incontri, con delibera datata 15 giugno 2015, «in applicazione del cosiddetto ‘principio di precauzione’», visto il Piano comunale per le antenne, la giunta Palazzo ha dato mandato al responsabile dell’ufficio tecnico «perché provveda ad avviare il procedimento per la delocalizzazione dell’Antenna sita in località Ponte», a circa 50 metri dall’Istituto scolastico Teodoro Gaza. La giunta ha ritenuto, dunque, valido il nesso di casualità tra elettrodotti e danno alla salute. E quindi dato l’avvio al procedimento per delocalizzare l’antenna, spostandola in un luogo lontano, in località Hangar o Spineto, e comunque fuori dal centro abitatoEcco il testo della delibera

©Riproduzione riservata 

Foto Pyros