Offerta 2023

Per il PDL ora la priorità è l’accordo con l’UDC, il caso Gambino è sospeso

| di
Per il PDL ora la priorità è l’accordo con l’UDC, il caso Gambino è sospeso

Dopo aver scelto il candidato governatore, in casa Pdl restano ancora da sciogliere i nodi sulla squadra da presentare per il consiglio regionale. Sono giorni intensi di lavoro in vista delle candidature ufficiali che, così come dichiarato dal coordinatore provinciale Antonio Mauro Russo, non saranno rese note prima di metà febbraio. Conferenza Antonio Mauro Russo tra le donne del Pdl Ieri mattina nella sede del Pdl di Salerno, il «Movimento Femminile Pdl» ha presentato ufficialmente il programma della campagna elettorale a sostegno di Caldoro. All’incontro, oltre al coordinatore provinciale Antonio Mauro Russo, hanno partecipato la responsabile regionale del movimento femminile Clorinda Boccia Burattino, Fabiana Gattola ed Elvira Morena. Presentata anche l’associazione «Punto Pdl difensore civico della libertà». L’impressione è che ci sia grande abbondanza, con diversi esponenti del Popolo della Libertà che vogliono essere della partita. Intanto tra consiglieri uscenti e papabili candidati che hanno già iniziato la campagna elettorale, potrebbe aprirsi il caso Gambino.

La candidatura dell’ex sindaco di Pagani è stata in qualche modo annunciata nei giorni scorsi dal presidente della Provincia Edmondo Cirielli, convinto che il suo stretto collaboratore sarà uno dei consiglieri più votati in Campania. Sul nome di Gambino, che gode dell’appoggio incondizionato anche di Nicola Cosentino, potrebbero esserci delle perplessità da parte del candidato governatore Stefano Caldoro perché sull’ex sindaco pesa una condanna in primo grado di un anno e sei mesi per peculato (pena sospesa). La questione sarà affrontata nei prossimi giorni perché, in queste ore, i vertici regionali del Pdl hanno un’altra priorità: l’accordo con l’Udc. Una volta trovata l’intesa con Casini, il coordinamento regionale si concentrerà sulla composizione delle liste. In questa sede, quindi, sarà valutata anche la posizione di Gambino. Nella prossima settimana, si capirà meglio anche se saranno create altre liste oltre a quella del Pdl. A oggi c’è l’ipotesi di altre due liste: una che fa riferimento all’area socialista e l’altra strettamente legata al nome di Caldoro. In quest’ultima potrebbe rientrare Franco Cardiello in rappresentanza di Azione Sociale.

Per quanto riguarda invece le quote rosa, appare meno probabile la candidatura di Elvira Morena. Intanto l’avvocato Fabio De Ciuceis, già Fi, ha annunciato di aver abbandonato l’Mpa per entrare nel Pdl. «Lascio il partito di Lombardo perché non mi riconosco più nella linea politica adottata di recente e faccio ritorno nella grande famiglia del Pdl. Condivido l’azione politica condotta sul territorio dal presidente della Provincia». Soddisfatto Cirielli che saluta favorevolmente il ritorno dell’ex Forza Italia De Ciuceis. «L’adesione convinta del consigliere circoscrizionale De Ciuceis – spiega il presidente della Provincia – rappresenta un altro tassello per la fondazione del nuovo partito in città». Tornando alle regionali, Mara Carfagna aprirà ufficialmente la sua campagna elettorale l’8 febbraio all’Hotel Vesuvio di Napoli. Pochi giorni dopo, il 14 , laministra replicherà l’incontro al Grand Hotel di Salerno. Con lei Cirielli, Nicola Cosentino e il coordinatore nazionale del Popolo della Libertà Denis Verdini.

fonte:Corriere del Mezzogiorno



©Riproduzione riservata
×