• Home
  • Cronaca
  • Approvato il piano casa, saranno consentiti i cambiamenti di destinazione d’uso nelle zone agricole

Approvato il piano casa, saranno consentiti i cambiamenti di destinazione d’uso nelle zone agricole

di Redazione

"Nelle zone agricole sono consentiti i mutamenti di destinazione d’uso, non connessi a trasformazioni fisiche, di immobili o di loro parti regolarmente assentiti, per uso residenziale del nucleo familiare del proprietario del fondo agricolo o per attività connesse allo sviluppo integrato dell’azienda agricola".Così recita il comma 6 dell’articolo 3 della Legge sul piano casa approvato definitivamente nella seduta consiliare del 3 dicembre a larga maggioranza, con il voto contrario di Anzalone del PD e dei 2 rappresentanti dell’Italia dei Valori, Manzi e Marrazzo.Non appena l’intero testo delle Legge sarà approvato, così come programmato nella seduta fiume del prossimo 9 dicembre, le novità edilizie ed urbanistiche che interessano le case rurali entreranno immediatamente in vigore. Dunque, per chi lo riterrà opportuno, sarà possibile cambiare la destinazione d’uso delle pertinenze agricole per soddisfare il fabbisogno residenziale dei nuclei familiari, potranno anche essere utilizzati i locali per le attività integrate all’agricoltura quali bed and breakfast, agriturismo e country house.Con questo provvedimento, tra l’altro già in vigore nella vicina Basilicata, si chiuderanno molte vertenze tecnico – legali e diversi fabbricati attualmente sequestrati dalla magistratura, potranno rientrare in uso dei legittimi proprietari. Carpinelli ha dichiarato: "Mi sono battuto fortemente con diversi interventi in Aula, per agevolare l’approvazione di questa norma ad edilizia zero, che senza sprecare nemmeno un metro di terreno agricolo, consentirà di realizzare nuove abitazioni e nuove opportunità di sviluppo economico per tante famiglie proprietarie di immobili edificati in zona agricola, infine le casse dei Comuni trarranno notevoli benefici perché il cambio di destinazione d’uso è consentito solo con il pagamento dei dovuti oneri di urbanizzazione previsti dalla Legge Bucalossi".

FONTE: www.dentrosalerno.it

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019