La maratona per l’Unità d’Italia partirà dalla frazione Bosco di San Giovanni a Piro

Infante viaggi

La maratona sarà articolata in sette tappe, di cui sei non competitive, ed una agonistica.
Le tappe non competitive saranno a staffetta; gli atleti si scambieranno il tricolore come testimone. Gli atleti nazionali e regionali, durante l’attraversamento di un territorio, saranno affiancati da atleti locali. I comuni toccati dalla maratona organizzeranno una serie di eventi, della durata di uno o più giorni. La partenza della prima tappa avverrà dal Comune di San Giovanni a Piro, frazione Bosco, la località protagonista, nel 1828, della prima insurrezione antiborbonica, repressa violentemente.
La tappa si concluderà a Sapri, dove nel 1848 fu ucciso Costabile Carducci.
La seconda tappa partirà da Torraca, attraverserà i comuni di Tortorella, Battaglia, Casaletto Spartano, Caselle in Pittari, e si concluderà a Sanza, dove il pomeriggio del1° luglio 1857, Carlo Pisacane e altri 83 uomini della spedizione vennero massacrati.
La terza tappa partirà da Buonabitacolo e si concluderà a Padula, dove la mattina del 1° luglio 1857 gli uomini di Carlo Pisacane vennero circondati dai contadini. 150 vennero uccisi gli altri messi in fuga (raggiungeranno Sanza nel pomeriggio) e dove si trova il Sacrario che accoglie le spoglie dei 300 uomini della spedizione.
La quarta tappa partirà da Sala Consilina, la città dove il 5 settembre 1860 Garibaldi nominò Giovanni Matina “Governatore della Provincia di Salerno”, e si concluderà ad Auletta, la città dove il 5 settembre 1860 nominò Giacinto Albini “Governatore della Basilicata”. Qui pronunciò la frase: “Oggi ad Auletta, domani a Napoli”. Auletta fu protagonista, l’anno successivo, il 29 luglio 1861 di uno dei più terribili episodi di repressione: le truppe piemontesi uccisero 45 abitanti, fra cui alcune bambine che offrivano ghirlande di fiori in segno di pace. Lungo il percorso saranno attraversati i comuni di Atena Lucana, Polla, Caggiano.

La quinta tappa riguarderà il comune di Eboli, dove il 6 settembre 1860 Garibaldi fu ospite della famiglia La Francesca. Appreso che il Re Francesco II si era ritirato a Gaeta, nello stesso pomeriggio del giorno 6 settembre, Garibaldi proseguì per Salerno.
Ad Eboli si terrà l’unica tappa competitiva, che avrà come sponsor tecnico la Diadora, si svolgerà su un percorso a circuito di 10 km, studiato in maniera da toccare luoghi della memoria risorgimentale. Alla competizione parteciperanno circa 1000 atleti di livello nazionale e regionale, con la partecipazione del campione olimpionico Gelindo Bordin e del campione mondiale Francesco Panetta. Eboli ospiterà anche una maratonina non competitiva ed un meeting di Salto con l’asta.
L’ultima tappa partirà da Eboli e si concluderà a Salerno, il capoluogo di provincia, dove Giuseppe Garibaldi arrivò il 6 settembre 1861 alla testa dei Mille. Lungo il percorso saranno attraversati i comuni di Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano.
Itinerario
17 marzo 2011
San Giovanni a Piro (frazione Bosco), Ispani, Vibonati (frazione Villamare),Sapri

20 marzo 2011
Torraca – Tortorelle – Battaglia – Casaletto Spartano – Caselle in Pittari – Sanza

27 marzo 2011
Buonabitacolo – Padula

  • assicurazioni assitur

2 aprile 2011
Sala Consilina, Atena Lucana – Polla – Caggiano – Auletta

10 aprile 2011
Eboli: Maratona agonistica a circuito di 10 km “EbolItaliani”

16 aprile 2011
Eboli: maratonina non competitiva di 2 km; Salto con l’asta

17 aprile 2011
Eboli, Battipaglia, Bellizzi, Pontecagnano, Salerno.

assicurazioni assitur