Rifiuti, ministro Costa: «Commissario per Valle Sele se non si risolve con l’ordinario»

71
Ministro Sergio Costa

Qualora gli impegni presi da Regione e Provincia, per i quali «mi sono stati segnalati tempi strettissimi, non dovessero sortire l’effetto che auspichiamo per non dover commissariare nessuno, allora io aprirei quel fascicolo. Attualmente prendiamo l’impegno positivo degli enti pubblici e aspettiamo il tempo tecnico per gli sviluppi: se ci sono, torniamo nell’ordinarietà per risolvere il problema» altrimenti «sicuramente» bisognerà considerare l’ipotesi del commissariamento. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, in risposta all’interrogazione parlamentare che si è svolta oggi alla Camera sulle iniziative per la nomina di un Commissario straordinario per l’emergenza ambientale, la salute e la sicurezza pubblica nella Valle del Sele.

La questione riguarda il cosiddetto “distretto dei rifiuti a cavallo del territorio compreso tra Battipaglia, Eboli e PonteCagnano”, dove, sottolinea Costa, c’è «una questione che territorialmente sta sempre più assumendo la connotazione di gravità ambientale. Più soggetti, sia pubblici che privati, nelle aree confinanti dei tre comuni, hanno visto proliferare siti di deposito e stoccaggio e lavorazione di rifiuti di vario genere e recentemente alcuni impianti sono stati dati alle fiamme». 

©Riproduzione riservata