• Home
  • Cronaca
  • Sala Consilina, aggressione ai gestori del LiLo: sospesa licenza del vicino di bar

Sala Consilina, aggressione ai gestori del LiLo: sospesa licenza del vicino di bar

di Pasquale Sorrentino

Aggressione ai gestori del locale LiLo, sospesa la licenza del 53enne vicino di bar. La decisione è arrivata questa mattina. Nell’ambito di mirati servizi disposti dai carabinieri provinciali nei confronti degli esercizi pubblici insistenti nel Vallo di Diano, sono state riscontrate carenze di tipo igienico- sanitarie all’interno di un bar riconducibile all’uomo arrestato tra l’altro pochi giorni in piazza Umberto. Le mancanze riscontrate dai carabinieri della Compagnia di Sala Consilina guidati dal capotano Roberto Bertini hanno portato alla sospensione della licenza per il citato bar.

L’uomo di 53 anni, – occorre ricordare – che nella notte tra il 20 ed il 21 luglio è stato arrestato dai militari del Nucleo Radiomobile per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. L’uomo, gravato da numerosi precedenti, ha aggredito la compagna danneggiando anche un’autovettura in sosta.  Per questi motivi i militari dell’Arma giunti in piazza Umberto I, luogo dell’accaduto, hanno ricevuto frasi di minaccia da parte del soggetto in questione, il quale ha anche opposto resistenza ad un controllo di polizia nei suoi confronti. Il 53enne è stato condotto presso la casa circondariale di Potenza così come disposto dall’autorità giudiziaria, che il 22 luglio ne ha convalidato l’arresto.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019