Salento, Vincenzo Pepe sarà cittadino onorario

55
Infante viaggi

Cittadinanza onoraria di Salento a Vincenzo Pepe. Il comune
cilentano, guidato da Gabriele De Marco, ha deciso di conferire tale
riconoscimento per l’impegno profuso negli anni in favore del territorio. La
cerimonia, durante un consiglio comunale straordinario, si terrà sabato 5
ottobre alle 18.30 presso la casa comunale.

Vincenzo Pepe è presidente onorario della Fondazione
Giambattista Vico di Vatolla, presidente nazionale del movimento ambientalista
Fareambiente, docente di Diritto Pubblico Comparato presso l’Università degli
Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Originario di Torchiara, vive ad
Agropoli ed è cittadino onorario anche di Perdifumo, ove sorge Palazzo Vargas, sede
della Fondazione vatollese. Ha ricevuto encomi speciali dal comune di Gioi
Cilento, dal comune di Torchiara e dal comune di Sacco, equivalenti a
cittadinanze onorarie. Un curriculum di tutto rispetto, dunque, che si può
riassumere con aggettivo tanto semplice quanto efficace che sabato avrà ancor
più forza: cilentano. Autore di diversi libri tradotti anche in numerose lingue,
su un ambientalismo diverso e orizzonti più ampi, è il punto di riferimento
della cultura in provincia di Salerno. Il presidente Pepe da anni si batte contro
lo spopolamento, piaga del nostro tempo, contro l’emorragia di giovani che
giorno dopo giorno depaupera il territorio, condannandolo a morte certa.

«La cittadinanza onoraria è il minimo che si possa fare per
una personalità di tale spessore – dice il primo cittadino di Salento – il
professor Pepe è un faro in questo nostro Cilento, un esempio da seguire per il
futuro del territorio. Sono onorato fin da ora di poter conferirgli il titolo
di salentino onorario, un qualcosa che darà lustro alla comunità che ho l’onore
di amministrare»

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

Felice e soddisfatto del riconoscimento è il prof. Pepe:
«Onorato a mia volta – spiega – la cittadinanza onoraria è quanto di più
importante si possa ricevere da una comunità. Sabato non sarò premiato io ma il
mio amore per il Cilento, l’impegno nella difesa di un territorio stupendo ma
allo stesso tempo fragile che deve essere tutelato ogni giorno. Salento è un
tipico centro cilentano che rappresenta l’essenza di un popolo abituato alle
difficoltà e temprato dalle sfide, uno scrigno che conserva dentro di sé
pregevoli tesori unici e straordinari. Essere un salentino – conclude – sarà
per me un grandissimo orgoglio, un titolo di cui andrò fiero».

Alla cerimonia saranno presenti rappresentanti della Fondazione Vico, di Farembiente, istituzioni locali e Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico e del Museo di Paestum

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl