San Giovanni a Piro, discarica abusiva: padre e figlio nei guai

di Antonio Vuolo

Sono stati i carabinieri della stazione di San Giovanni a Piro, diretti dal maresciallo Lorenzo Brogna, a scoprire un terreno agricolo a Scario, sulla strada regionale 562, trasformato in discarica e deposito abusivo di barche, poi sottoposto a sequestro. Si tratta di un’area di circa 2600 metri quadrati all’interno della quale sono state rinvenute oltre 30 imbarcazioni, una decina di carcasse di auto, pneumatici, pezzi di carrozzeria, plastica e anche resti di asfalto stradale. Nell’area, sottoposta tra l’altro a vincolo ambientale e paesaggistico, anche una tettoia di acciaio abusiva con una copertura di 100 metri quadrati. I carabinieri hanno denunciato a piede libero padre e figlio, rispettivamente proprietario del terreno e comodatario dell’area. Davanti ai giudici del tribunale di Vallo della Lucania dovranno rispondere dei reati di deposito e abbandono di rifiuti, nonché deturpamento e alterazione di bellezze naturalistiche, ed esecuzione di lavori in assenza del permesso a costruire. Ora si indaga anche per conoscere la provenienza dei rifiuti.

©Riproduzione riservata