• Home
  • Attualità
  • San Giovanni a Piro, l’ultracentenario Felice Magliano è Cavaliere della Repubblica

San Giovanni a Piro, l’ultracentenario Felice Magliano è Cavaliere della Repubblica

di Maria Emilia Cobucci

Cavaliere della Repubblica a Felice Magliano. È l’ultima onorificenza, solo in ordine di tempo, conferita questa mattina presso l’aula consiliare del Comune di San Giovanni a Piro all’ultracentenario Felice Magliano da S.E. Prefetto di Salerno Francesco Russo. Uno sguardo fiero e tanto orgoglioso, così zio Felice, come tutti lo chiamano in paese, ha accolto l’importante riconoscimento assegnatogli dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Una storia quella dell’ultracentenario Magliano che passa attraverso la guerra in Libia, Albania e Montenegro e la prigionia nei lager nazisti dal 10 Settembre del 1943 al 7 Maggio del 1945, quando poi fu liberato dai Partigiani.

L’unico deportato salernitano rimasto ancora in vita. Oltre ad essere l’uomo più longevo della Regione Campania e il 13esimo in tutta Italia. Un conferimento che arriva a pochi giorni dal 25 Aprile, data simbolo della liberazione dell’Italia dal nazifascismo e dalle sue barbarie che Felice Magliano conosce molto bene e che tuttora ricorda. Sono Impresse nella sua mente in maniera indelebile. A presenziare l’importante giornata è stato il Sindaco del Comune di San Giovanni a Piro Ferdinando Palazzo.

“Sono felice e orgogliosi per l’importante riconoscimento al nostro amato concittadino Felice Magliano – ha affermato il Primo cittadino – che avviene a pochi giorni dalla del 25 Aprile. E corre l’obbligo proprio in questo momento ricordare cosa sta accadendo al popolo ucraino invaso militarmente e privato della propria autodeterminazione. La loro resistenza va sostenuta così come vanno sostenuti tutti i popoli che vengono privati della propria identità”.

Subito dopo le parole di stima e affetto espresse da Palazzo ad onorare Felice Magliano è stato il Prefetto Francesco Russo. “È un momento rispetto al quale tutti gli abitanti di San Giovanni a Piro devono essere orgogliosi – ha affermato il Prefetto – Abbiamo fatto in modo che questa consegna avvenisse a ridosso del 25 Aprile perché si tratta di una onireficenza legata ad una vita importante, segnala dalla guerra e dalla prigionia. È la testimonianza di un periodo molto brutto che gli accadimenti di questo particolare momento storico ci riportano alla mente. Complimenti a Felice Magliano”.

Presenti alla consegna anche il Capiteno dei Carabinieri della Compagnia di Sapri Francesco Fedocci, la Tenente di Vascello dell’Ufficio circondariale marittimo di Palinuro Amalia Mugavero e gli alunni dell’Istituto “Teodoro Gaza” di San Guovanni a Piro. A concludere la giornata è stata la banda “Maria Santissima di Pietrasanta” che per l’occasione ha suonato l’Inno d’Italia.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019