• Home
  • Attualità
  • San Giovanni a Piro, minoranza propone Bilancio partecipativo: «E’ strumento di democrazia»

San Giovanni a Piro, minoranza propone Bilancio partecipativo: «E’ strumento di democrazia»

di Marianna Vallone

I consiglieri del gruppo consiliare “Liberi di Scegliere” del Comune di San Giovanni a Piro, ovvero Alberico Sorrentino, Elisa D’Andrea, Antonio Di Mauro e Sandro Paladino, nell’ultimo consiglio comunale hanno presentato una mozione al sindaco e all’assise comunale per proporre il “Bilancio Partecipativo” che consiste nell’assegnare una quota di bilancio dell’ente locale alla gestione diretta dei cittadini e delle forme di aggregazione civica, chiamati a decidere direttamente come spendere le risorse del bilancio comunale. «L’idea di proporre il Bilancio Partecipativo nel mio comune è arrivata dopo aver avuto la possibilità di toccare con mano la sua applicazione a Verbania, comune dove lavoro, e dove è attivo dal 2017. Ho visto realmente come viene gestito e cosa, negli anni, ha permesso di realizzare». Il capogruppo di opposizione consiliare del Comune di San Giovanni a Piro, Alberico Sorrentino, ha spiegato che «è uno strumento che consente ai cittadini di partecipare alle scelte dell’ente. Vogliamo destinare una quota del bilancio affinché finanzi i progetti presentati e valutati dai cittadini, dalle associazioni e dai comitati». Uno strumento di democrazia diretta con una piattaforma dedicata. «Sarà il regolamento adottato dall’Ente a definire le aree tematiche e l’importo da destinare ai progetti che saranno proposti dai cittadini e votati dagli stessi. D’intesa con il presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Scarano – ha aggiunto Sorrentino – sarà istituita nella prossima seduta utile una Commissione per l’adozione del Regolamento (una bozza del quale è stata già presentata all’Assessore Lucia d’Angelo sulla scorta dell’esempio del Comune di Verbania) che disciplinerà l’utilizzo di questo importante strumento di democrazia diretta». E conclude: «Ringrazio il sindaco e l’amministrazione. E’ un momento importante di apertura e collaborazione per il bene del nostro Comune».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Marianna Vallone

Giornalista per professione e comunicatrice per passione, sono alla continua ricerca di storie da raccontare e tramonti da immortalare. Nata sulla costa di Maratea ma morigeratese da sette generazioni. Vivo nel cuore verde del Cilento e sono felice. Faccio domande anche quando conosco le risposte, perché continuo a pensare che l’essere umano sia il viaggio più bello da fare.
Tutti gli articoli di Marianna Vallone

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019