• Home
  • Cronaca
  • San Pietro al Tanagro, puzza di materiale bruciato: carabinieri scoprono abusi edili

San Pietro al Tanagro, puzza di materiale bruciato: carabinieri scoprono abusi edili

di Pasquale Sorrentino

Ancora un reato ambientale scoperto nel Vallo di Diano dalle forze dell’ordine. Un imprenditore di San Pietro al Tanagro, infatti, è stato denunciato dagli inquirenti, per presunti reati ambientali ed è accusato anche di abusi edilizi. Un’area e un immobile sono stati sottoposti sotto sequestro nella zona agricola del piccolo comune del Vallo di Diano. Il tutto ha avuto inizio, secondo quanto emerso nelle ultime ore, da alcuni cattivi odori provenienti, soprattutto durante la notte, dall’area e dalla segnalazione dei cittadini che avevano avvertito il puzzo. Qualcuno ha anche riferito di bruciato. Sul posto i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina, guidati dal capitano Roberto Bertini, i carabinieri forestali della stazione di Polla e gli agenti della polizia locale di San Pietro al Tanagro. Sono stati trovati stoccati rifiuti solidi urbani in maniera non consona e in merito agli abusi edilizi di una struttura usata come laboratorio artigianale.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019