• Home
  • Comuni
  • Centola-Palinuro
  • Santa Barbara, a Palinuro l’omaggio degli uomini della Marina militare per la ricorrenza della “patrona”

Santa Barbara, a Palinuro l’omaggio degli uomini della Marina militare per la ricorrenza della “patrona”

di Maria Emilia Cobucci

Come ogni anno, dal 1951, il quattro dicembre gli uomini della marina militare e quanti operano per essa, festeggiano solennemente e degnamente la loro patrona Santa Barbara, che rappresenta la serenità del sacrificio di fronte al pericolo senza possibilità di evitarlo, e che dunque fu eletta a patrona “di coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa”. E nella giornata di ieri gli uomini dell’Ufficio circondariale marittimo di Palinuro diretti dal Tenente di Vascello Amalia Mugavero, attraverso una celebrazione solenne tenutasi nella Chiesa di Santa Maria di Loreto a Palinuro e officiata dal Vescovo della diocesi di Vallo della Lucania sua eccellenza monsignore Ciro Miniero, ha omaggiato la loro santa protettrice.

«Questa ricorrenza annuale costituisce l’occasione per rinnovare i nostri valori – ha affermato la Tenente di Vascello Amalia Mugavero nel corso del suo intervento – ed inoltre rappresenta un momento importante per ritrovarsi nella Fede, simbolicamente uniti a tutti i marinai che stanno festeggiando ovunque si trovino, in servizio ed in quiescenza, nel rispettoso ricordo di chi invece in nome di quei valori ha sacrificato la propria vita. La nostra opera concorre a custodire, arricchire e tramandare il nostro bagaglio di valori, principi e tradizioni», ha poi aggiunto la Mugavero. La Tenente inoltre, dopo avere ringraziato tutto il personale marittimo dell’ufficio circondariale marittimo che va da Palinuro a Sapri, e le autorità civili e militari presenti alla celebrazione, ha rivolto un sincero e sentito saluto alla madre e ai familiari del maresciallo Francesco Cetrola, caduto nell’adempimento del suo dovere il 7 Maggio del 2013 nel porto di Genova. «A nome di tutti i colleghi rinnovo a voi la nostra vicinanza e il nostro affetto». Una celebrazione nel corso della quale sono state anche consegnate dalla Mugavero diverse onoreficenze . Nello specifico è stata consegnata la medaglia di bronzo al Luogotenete Massino Angeloni per Lungo Comando, la stessa è stata consegnata anche al Luogotenete Gennaro Diaco, mentre al Luogotente Gerardo Ruocco è stata conferita la medaglia Mauriziana. «Che la santa patrona vegli sempre su tutti noi, sulle nostre famiglie e su questa comunità», ha infine concluso la Tenente Amalia Mugavero.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019