Sanza, spacciatori estorcono denaro a cliente: arrestati

di Pasquale Sorrentino

I carabinieri della Compagnia di Sala Consilina guidati dal capitano Paolo Cristinziano hanno arrestato due giovani, accusati di estorsione in concorso. I due, poco più che ventenni e residenti a Sanza, avevano preso di mira nell’ultimo periodo un loro coetaneo, solitamente rifornito di stupefacenti da uno dei due fermati.

La vittima – secondo quanto ricostruito dai militari della stazione di Buonabitacolo comandata dal maresciallo Mirabello – era stata accusata di essere la causa dei ripetuti controlli effettuati dai carabinieri di Buonabitacolo nei confronti dello spacciatore. Per tale motivo lo scorso 7 novembre uno degli arrestati in compagnia di un altro giovane, avevano costretto la vittima a salire sulla loro auto e, nel corso del tragitto avevano minacciato più volte avanzando una richiesta di 250 euro come risarcimento.

La vittima a questo punto si è recata con il padre dai militari di Buonabitacolo per ripercorrere l’accaduto e denunciare il tutto. Dopo la denuncia sono continuate le richieste di consegna del denaro cosi come le minacce, soprattutto da parte dei due arrestati che il 14 novembre hanno fissato la consegna della somma nei pressi del cimitero di Buonabitacolo. Ad attenderli i carabinieri, i quali dopo la consegna del denaro da parte della vittima sono intervenuti e hanno fatto scattare le manette.

©Riproduzione riservata