Sapri, arrivano i “pesci mangia plastica”, il rimedio per liberare spiagge dai rifiuti

di Maria Emilia Cobucci

La tutela dell’ambiente a la salvaguardia della salute dei cittadini di Sapri sono gli obiettivi del nuovo progetto promosso dalla Pro Loco di Sapri denominato “Pesci mangia plastica”. Una iniziativa che ha lo scopo di ridurre l’abbandono dei rifiuti di plastica lungo il litorale saprese. Ma non solo. Si cercherà anche di permettere un giusto conferimento degli stessi. Tre saranno le strutture realizzate con materiale a basso impatto ambientale che verranno posizionate sulla aree libere del litorale e all’interno delle stesse sarà possibile conferire I rifiuti plastici ed evitarne la dispersione nell’ambiente.

Le strutture verranno realizzate grazie ad una raccolta fondi partita sulla piattaforma Gofundme attraverso la quale ognuno potrà donare il proprio contributo. Mentre sarà compito dell’amministrazione comunale, alla quale verranno donate, il posizionamento nei luoghi stabiliti e la raccolta del materiale presente all’interno delle strutture. (Clicca qui per donare)

«La Pro Loco cittadina si è fatta portavoce di un progetto che vede coinvolte diverse associazioni presenti sul territorio – ha dichiarato il Presidente Giuseppe Avagliano – . L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini, soprattutto i giovani, e i turisti per un corretto conferimento dei rifiuti plastici. Le nosrte acque sono purtroppo spesso vittime di tonnellate di plastica che in maniera emergenziale dominano i nostri litorali. È necessario che questo non accada mai più».

Un progetto al quale hanno aderito anche l’associazione nazionale Plastic Free, la FIPSAS sezione di Salerno e le associazioni locali Battiti di Pesca e Golfo Treck. «Nel Cilento tutelare l’ambiente è fondamentale – ha dichiarato Raffaele Bisogno, rappresentante dell’associazione italiana Plastic Free – IL nostro territorio è molto ricercato dai turisti e per tale motivo deve rimanere preservato e protetto».

©Riproduzione riservata