• Home
  • Cronaca
  • Sapri, pronta l’evacuazione: il 6 marzo il disinnesco dell’ordigno bellico

Sapri, pronta l’evacuazione: il 6 marzo il disinnesco dell’ordigno bellico

di Maria Emilia Cobucci

Confermata la data del 6 marzo prossimo per le operazioni di evacuazione, recupero e disinnesco della bomba aerea americana, risalente al Secondo conflitto mondiale, rinvenuta lo scorso mese di gennaio. Per le operazioni di brillamento dell’ordigno, che verranno effettuate nel corso della stessa giornata, è stata individuata una cava a Casalbuono, nel Vallo di Diano. È quanto stabilito ieri durante la riunione tra le parti interessate all’operazione presieduta dal prefetto di Salerno Francesco Russo e alla quale hanno preso parte il sindaco Antonio Gentile e il capitano dei carabinieri Francesco Fedocci.

Un incontro necessario per mettere a punto il cronoprogramma delle operazioni. Per tali ragioni già domenica 27 febbraio verranno effettuate le prove generali ad opera del gruppo di protezione civile e delle forze dell’ordine per collaudare la progettazione stabilita. Inoltre alcuni giorni precedenti all’operazione vera e propria i cittadini interessati dall’evacuazione, circa 600, verranno sottoposti ad un screening da parte dell’Asl. Sarà necessario anche accertare la presenza di persone impossibilitate a muoversi per problemi di deambulazione o per altri e differenti problemi di salute.

La zona perimetrale della cosiddetta zona rossa sarà individuata nel raggio di 470 metri dal punto nel quale è stata rinvenuta la bomba. Le operazioni di recupero inizieranno alle ore 6 del mattino con l’inserimento del Coc all’interno dell’aula consiliare del Comune. La giornata proseguirà con il distacco delle utenze nell’area interessata dai lavori che però inizierà nei giorni precedenti al 6 marzo. Per quanto attiene la linea ferroviaria, poco distante dal ritrovamento, l’ultimo convoglio transiterà in direzione sud entro le ore 9:30. L’operazione che interesserà la cittadina per circa 5 ore, sarà condotta dai militari del Reggimento “Genio Guastatori” dell’Esercito.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019