• Home
  • Cronaca
  • Sapri, una panchina gialla per Giulio Regeni

Sapri, una panchina gialla per Giulio Regeni

di Maria Emilia Cobucci

Una panchina per Giulio Regeni. È uno dei capitoli che il 25enne di Sapri Egidio Gesualdi, dottore in Relazioni Internazionali, ha deciso di inserire nella tesi del Master in “Esperti in politica e in relazioni internazionali”  che ha realizzato  presso l’Università Lumsa di Roma. Un’iniziativa che il giovane Gesualdi ha avuto modo di apprendere dal web e che ha deciso di fare propria,  dedicandole un’appendice della sua tesi dopo un’attenta analisi e disamina del caso che ha avuto come protagonista il ricercatore  Regeni, torturato e ucciso in Egitto tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio 2016.

Un triste evento che ha acceso nuovamente i riflettori sulla tutela dei diritti umani e civili in tutto il mondo. «Dopo aver letto sul web dell’importante iniziativa ho pensato di inserirla nella mia tesi del Master, ma non solo – ha dichiarato Gesualdi – Ho pensato anche che sarebbe stato stupendo se la cittadina di Sapri dove io abito avesse aderito a questo piccolo progetto che porta con sé un grande valore e tanti significati». Queste le motivazioni che hanno spinto il giovane saprese ad aderire al progetto. «Spero che un giorno sia nel piccolo paese che nelle grandi realtà di tutto il mondo, vinceranno l’uguaglianza, il rispetto per l’altro, per i diritti umani e che l’amore sconfigga per sempre l’odio perché in fondo sismo tutti essere umani», ha poi concluso Gesualdi.

Una iniziativa  che subito dopo è stata messa in pratica dall’amministrazione saprese che nella persona del Sindaco Antonio Gentile ha accolto nell’immediato la proposta di Gesualdi. «Il Comune di Sapri da sempre è impegnato in queste iniziative che tengono alta l’attenzione sulla tutela dei diritti umani e civili – ha dichiarato il Sindaco Antonio Gentile – Abbiamo deciso dunque di affiancare alla panchine rossa e raimbow, già presenti in Villa Comunale, quella gialla nel ricordo di Giulio Regeni e a sostegno della piena libertà di espressione e di opinione. È necessario per chi governa non abbassare la guardia e assumere determinate posizioni su temi così importanti».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Maria Emilia Cobucci

Giornalista per scelta ma anche per passione. Da sempre. Testarda e determinata come ogni cilentana che si rispetti. Amo raccontare il mio territorio, ricco di bellezze ma anche di tante storie che tutti dovrebbero conoscere.
Tutti gli articoli di Maria Emilia Cobucci

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019