Offerta 2023

Depuratore non a norma, il comitato civico “Fortino” scrive ai sindaci di Sapri e Vibonati

| di
Depuratore non a norma, il comitato civico “Fortino” scrive ai sindaci di Sapri e Vibonati

Pubblichiamo un comunicato stampa del Comitato cittadino civico Fortino

Oggetto: diffida ai comuni di Sapri e Vibonati per impianto di depurazione non a norma
Il comitato civico di Sapri e Vibonati ha inoltrato una diffida alle amministrazioni in oggetto sui interventi urgenti di adeguamento dell’impianto alle normative ambientali e di salute pubblica (delibera 4 febbraio del 1977 allegato a e Legge 152/06 art 94).

Il depuratore infatti sorge a ridosso delle abitazioni e a poche decine di metri dal centro cittadino di Sapri ai confini tra comune di Vibonati e Sapri costituendo grave pericolo alla salute pubblica per immissione libera nell’area di fumi (aerosol) cancerogeno, discarica di fanghi, aria nefitica nei periodi estivi di sovracarico dell’impianto.

Tutto ciò costituisce un serio pregiudizio per la tutela dei cittadini che si manifestano con alterazioni del sistema immunitario, epatiti, tumori.
Il comitato, nella diffida inoltrata il 1-12-09, proponeva interventi urgenti quali:
1) copertura vasche di ossidazione
2) schermatura dell’impianto
3) avvio procedura di delocalizzazione in zona idonea

Essendo passati i 30 giorni previsti dalla legge e non avendo ottenuto alcun riscontro, il comitato civico presenterà denuncia all‘autorità giudiziaria per
violazione dell’articolo 328 del codice penale

Per il Comitato
Il Presidente
Giuseppe Colella

 

Di seguito, la richiesta alle amministrazioni comunali interessate.

Al Sindaco Comune di Vibonati
All’Assessore all’Ambiente Comune di Vibonati
Per c/o al Sindaco del Comune di Sapri

Oggetto: richiesta ad adempiere nel termine di 30 giorni con ordinanza di riqualificazione ambientale area territorio Vibonati adiacente al depuratore di Sapri.

Spett.le Sig Sindaco,
con la presente, Noi Comitato Civico,

Considerato a tutt’oggi , nonostante nostra richiesta ad intervenire , per la risoluzione del gravoso ed annoso problema codesta amministrazione non ha ancora adottato alcun provvedimento;

Considerate le pessime condizioni igienico-sanitarie cui è sottoposta la zona limitrofa all’impianto rientrante nel territorio di codesta amministrazione , di per se intensamente urbanizzata, peggiorate a seguito lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto, ancora in esecuzione, che hanno prodotto l’installazione della pompa di ingresso della fognatura all’impianto quasi a ridosso della strada, senza adottare alcuna protezione per evitare il propagarsi di un’aria nefitica, di agenti patogeni, e dei rumori che le pompe generano;
Considerato il danno economico ed ambientale, e il grave pregiudizio alla salute delle persone;

Chiediamo a codesta amministrazione di intervenire, entro il termine di 30 giorni, con ordinanza di riqualificazione ambientale,che salvaguardi il territorio di Vibonati adiacente all’impianto di depurazione ed obblighi l’ente proprietario ad attenersi ai dispositivi di legge già richiamati, e art 94 comma 4 legge 152 del 2006

Attendiamo vostro sollecito riscontro comunicandovi che in caso di mancato intervento i firmatari ricorreranno all’autorità giudiziaria ai sensi articolo 328 c.p.

Vibonati 01-12-2009

Al Sindaco del Comune di Sapri
All’Assessore all’Ambiente Comune di Sapri
Per c/o al Sindaco del Comune di Vibonati

Oggetto: Richiesta ad adempiere entro 30 giorni ai lavori di pannellatura dell’impianto di depurazione di Sapri, copertura integrale delle vasche di ossidazione, ed avvio procedura di delocalizzazione dell’impianto in zona idonea

Spett.le Sig Sindaco,
con la presente, Noi Comitato Civico,

Considerato a tutt’oggi che, nonostante nostra richiesta ad intervenire (rif protocollo n 0008694 depositato presso codesta amministrazione il 13/07/2009, di cui si allega copia) per la risoluzione dell’annoso e grave problema cui in oggetto, codesta amministrazione non ha ancora adottato alcun provvedimento;

Considerate le pessime condizioni igienico-sanitarie a cui è sottoposta la zona limitrofa all’impianto, di per sè intensamente urbanizzata,tuttavia, peggiorate a seguito lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto stesso, che hanno portato alla realizzazione della pompa di ingresso della fognatura quasi a ridosso della strada, senza adottare alcun provvedimento ad evitare il propagarsi di aria nefitica , agenti patogeni, e dei rumori

Considerato che, a pochi metri di distanza dall’impianto sono ubicate una scuola pubblica ed una caserma dei carabinieri, interessate anch’ esse al fenomeno dei cattivi odori, propagazione di aeresol, e di agenti patogeni, in difformità con il dispositivo di legge e art 94 comma 4 legge 152 del 2006, a nostro giudizio, la vostra responsabilità interessa anche parte del territorio rientrante nel vostro Comune,

Considerato altresì, il danno economico ed ambientale che l’intera zona subisce

Chiediamo a Codesta amministrazione di intervenire entro il termine di 30 giorni per eseguire i lavori di pannellatura dell’impianto e di copertura integrale delle vasche di depurazione ed avvio procedure di delocalizzazione dell’impianto in zona idonea.

Attendiamo vostro sollecito riscontro comunicandovi che in caso di mancato intervento i firmatari ricorreranno all’autorità giudiziaria ai sensi articolo 328 c.p



©Riproduzione riservata
×