Offerta 2023

Scario, blitz Antimafia: sequestrata la casa del ‘ragioniere’ del clan

| di
Scario, blitz Antimafia: sequestrata la casa del ‘ragioniere’ del clan

La direzione distrettuale Antimafia ha posto i sigilli ad alcuni immobili riconducibili a Clemente Muto, un ragioniere di 54 anni ritenuto dagli inquirenti vicino al clan Sangermano. Le unità immobiliari, utilizzate soprattutto durante la stagione estiva, sono ubicate a pochi passi dal mare cristallino di Scario, nel Comune di San Giovanni a Piro, all’interno del complesso ottocentesco di palazzo Pentagna.

I dettagli dell’operazione

«Ho avuto il coraggio di essere da solo in questa sfida… Accettiamo l’arrivo dell’Antimafia con piacere, ma sicuramente non possiamo etichettare questo paese come un paese dove vige la camorra». Così parlava nel 2016 a un’emittente locale Manolo Cafarelli, l’allora sindaco di San Paolo Bel Sito, il piccolo centro vicino a Nola dove la Madonna del Rosario, portata in processione per le strade della frazione di Livardi, venne fatta inchinare davanti alla casa della famiglia camorristica dei Sangermano, a diversi componenti della quale ad inizio novembre sono state notificate ordinanza di custodia cautelare per gravi reati. Tra gli indagati per concorso esterno nell’associazione figura proprio Cafarelli, che non è più sindaco ma siede ancora in consiglio comunale. La Procura antimafia ne aveva chiesto l’arresto negato però dal gip Fabrizio Finamore, il quale ritiene che non sussistano le esigenze cautelari.

I sigilli nel Cilento

Le indagini della direzione distrettuale Antimafia si sono allargate a macchia d’olio fino alla Costiera Cilentana. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Muto sarebbe «un uomo di massima fiducia dei fratelli Agostino e Nicola Sangermano», entrambi indagati per associazione per delinquere aggravata dal metodo mafioso. La Dda ha effettuato sequestri per circa trenta milioni di euro ai 25 indagati finiti sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti dal 2014.  Muto è finito in carcere. I carabinieri hanno posto i sigilli agli immobili dentro palazzo Pentagna.



©Riproduzione riservata
×