Arrestato geometra

Infante viaggi

E’ finito in manette un geometra di Scario con l’accusa di istigazione alla corruzione.

Il tecnico avrebbe provato a corrompere un carabiniere per costruire opere abusive.

Nella fattispecie, aveva chiesto ad un carabiniere della stazione di San Giovanni a Piro di chiudere un occhio sui controlli del cantiere del quale il tecnico era direttore dei lavori.

Si tratterebbe, infatti, di un’abitazione il località “Marcaneto” nella quale, il geometra, avrebbe voluto realizzare opere non previste dal progetto contando sul “sostegno” del carabiniere.

  • Vea ricambi Bellizzi

Quest’ultimo ha subito avvisato i superiori e spiegato che, in cambio del suo silenzio, avrebbe ricevuto in regalo la somma di mille euro.

Prenderlo con le mani nel sacco è stato facile perché il tecnico avrebbe chiesto, insistentemente, un appuntamento al carabiniere per potergli dare la somma promessa e questi, fingendosi interessato, gli avrebbe detto di aspettarlo in una località periferica di Scario, dove però il geometra è stato ripreso, mentre effettuava lo scambio di denaro, dalle telecamere di alcuni carabinieri nascosti per poter filmare la scena.

Per il tecnico di Scario sono scattate immediatamente le manette.

E’ stato processato presso il tribunale di Vallo della Lucania ma il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la scarcerazione del geometra.

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur