Scuola, comuni costieri del Cilento rinviano apertura

di Redazione

I sindaci di Agropoli, Capaccio Paestum, Pisciotta, Centola Palinuro e Camerota hanno deciso di rinviare il rientro in classe di una settimana. Le ordinanze di alcuni comuni costieri del Cilento prevedono la sospensione di tutte le attività didattiche nelle scuole nelle giornate dal 13 settembre al 17 settembre 2022, con apertura delle aule e avvio delle lezioni a partire da lunedì 19 settembre.

Temperature ancora molto estive e massiccia presenza di turisti sono le motivazioni che hanno spinto i primi cittadini a procrastinare l’apertura di una settimana.

I primi a rientrare in aula sono stati, lo scorso 5 settembre, gli alunni e le alunne della Provincia di Bolzano. Da oggi però si riparte ufficialmente, secondo i calendari predisposti a livello regionale, in Abruzzo, Basilicata, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Veneto e nella Provincia di Trento. Il 13 settembre, domani, sarà la volta di bambini e ragazzi della Campania. Il 14 settembre le lezioni prendono il via in Calabria, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Umbria. Il 15 riprenderanno, invece, in Emilia-Romagna, Lazio e Toscana. In coda, il 19 settembre, Sicilia e Valle d’Aosta.

Rinvio al 19 settembre anche per il comune di Agropoli. «Considerato il persistere delle alte temperature e i conseguenti disagi che ne deriverebbero per discenti e personale scolastico, sentiti gli altri colleghi sindaci della fascia costiera e le dirigenze scolastiche, ho prorogato l’apertura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale al 19 settembre 2022», è il commento del sindaco della città di Agropoli, Roberto Mutalipassi. Come Centola Palinuro e Camerota anche il Comune di Pisciotta, guidato dal sindaco Ettore Liguori, ha disposto il rinvio delle attività didattiche di una settimana.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019