Si cercano due cadaveri sepolti, è ancora mistero ad Albanella

di Redazione Cronaca

Bosco Camerine, polmone verde di Albanella, è da giorni sotto i riflettori per un’operazione dei carabinieri e della magistratura: un collaboratore di giustizia avrebbe indicato quella zona, che è tra i territori di Castelcivita e Albanella, come luogo di sepoltura di cadaveri. Sarebbero due i corpi sepolti in nell’area impervia, due omicidi, risultato di una faida tra organizzazioni criminali consumati in periodi recenti. E’ quanto riportato dal quotidiano La Città. Si tratterebbe di delitti di stampo mafioso.

Su tutto vige il massimo riserbo. Secondo indiscrezioni riportate dal quotidiano salernitano sabato pomeriggio sul luogo sarebbe arrivato anche un furgone della Polizia penitenziaria all’interno del quale ci sarebbe stato un uomo incappucciato, un pentito che avrebbe fatto rivelazioni importanti. Resta un’ipotesi. Com’è un ipotesi che a monte dei fatti ci siano persone non salernitane che avrebbero condotto e seppellito i corpi nell’area di Albanella, forse con l’aiuto di persone del posto.

Da giorni l’area è presidiata dalle forze dell’ordine per non permettere a nessuno di avvicinarsi. Le ricerche sono iniziate sabato pomeriggio ma finora, almeno dalle indiscrezioni, non ci sarebbero stati riscontri.

© Riproduzione riservata