Sindaco di Buonabitacolo ai colleghi del Vallo di Diano: «Serve un corpo intercomunale di Polizia con presidi su tutto il territorio»

Più sicurezza e controllo nel Vallo di Diano. E’ quello che chiede il sindaco di Buonabitacolo, Elia Rinaldi, che ha lanciato una proposta ai colleghi valdianesi per definire insieme le modlità di attivazione del servizio. L’idea è quella di creare un corpo intercomunale di Polizia Municipale che preveda una centrale operativa unica e una serie di presidi territoriali. «La sicurezza dei cittadini rappresenta per tutti noi una priorità assoluta. – ha detto il sindaco Rinaldi – Quotidianamente Forze di Polizia e Carabinieri sono impegnati nei nostri Comuni per garantire l’incolumità delle persone, reprimere i reati e assicurare il rispetto delle leggi. Nonostante tutto – ha continuati – il Vigile Urbano resta la figura istituzionale più vicina ai Sindaci, in quanto svolge un prezioso lavoro di controllo del territorio e un continuo esercizio di relazioni. Non sempre, però, la disponibilità di personale e la programmazione delle attività sono tali da assicurare un efficiente servizio di vigilanza municipale».  A questo proposito, Rinaldi propone di costituire nel Vallo di Diano, nell’ambito delle «Funzioni fondamentali dei Comuni e sulle modalità di esercizio associato delle funzioni e dei servizi comunali – Legge n. 135/2012», un corpo intercomunale di Polizia municipale che preveda una centrale operativa unica e una serie di Presidi territoriali. «Una centrale operativa ben organizzata – ha precisato il sindaco – sarebbe in grado di smistare rapidamente ed efficacemente le segnalazioni, i soggetti che eventualmente devono essere attivati e garantire in modo capillare la vigilanza su tutti i territori comunali».  

©Riproduzione riservata