Spaccio di carte d’identità false al Comune: fermati due extracomunitari

I vigili urbani hanno fermato due persone straniere, un marocchino e un bengalese in possesso di due carte di identità false. L’indagine è condotta dal pm Guarino. I due stranieri sono difesi dall’avvocato Pastorino e sostengono di aver comprato le carte d’identità al primo piano dell’ufficio anagrafe da un dipendente italiano. I vigili urbani hanno perquisito le abitazioni dei due stranieri, domiciliati entrambi a Campolongo. L’indagine è partita dall’intenzione del marocchino di rientrare in patria. Sulla sua carta d’identità c’era il nome di Zalone, indicato come sindaco ma inesistente.

©Riproduzione riservata