Tag: ascea

Ascea, esplosione sul cantiere: operaio in ospedale

di Redazione

Un operaio è stato trasportato in ospedale a Vallo della Lucania dopo un incidente avvenuto sul cantiere nel quale stava lavorando. Il fatto è accaduto ieri mattina, giovedì, ad Ascea Capoluogo. L’uomo sarebbe rimasto ferito mentre effettuava, insieme ad altri colleghi, lavori di sistemazione di una strada. Gli inquirenti sono a lavoro per ricostruire la dinamica che al momento risulta poco chiara. Alcuni cittadini giurano di aver avvertito un’esplosione e in seguito il grido di disperazione del malcapitato. Sul posto, oltre ai carabinieri della locale stazione, è giunta un’ambulanza del 118 che ha accompagnato il ferito al nosocomio più vicino. Le sue condizioni sono stabili e non destano particolare preoccupazione ai medici.

©Riproduzione riservata



Ascea al voto. L’amministrazione D’Angiolillo perde pezzi. Minoranza compatta su Criscuolo

di Redazione

Ascea è uno dei comuni cilentani più importanti chiamati al voto nella prossima tornata per le elezioni comunali del 26 Maggio. Si preannuncia una sfida a due, con il sindaco uscente Pietro D’Angiolillo pronto a ricandidarsi e la minoranza unita sul nome di Egidio Criscuolo. La maggioranza cerca la quadra dopo le dimissioni dell’assessore al bilancio dott. Giovanni Rizzo e la necessità di sostituire alcuni consiglieri che non saranno ricandidati. La minoranza, guidata da Egidio Criscuolo, lavora ad un progetto unitario di alternativa all’attuale amministrazione, continuando il percorso di rinnovamento iniziato cinque anni fa. Nel 2014 furono tre le liste a contendersi la vittoria. Ebbe la meglio per una manciata di voti la lista “Cambiamo Ascea” guidata da Pietro D’Angiolillo, con 1392 preferenze, che si impose sulla lista “Per Ascea” di Antonio Criscuolo con 1323 voti e la lista “Fare Ascea” guidata da Egidio Criscuolo con 1300 voti. Controversi i giudizi sull’operato dell’amministrazione uscente. Negli ultimi cinque anni si sono susseguiti diversi scontri tra maggioranza e minoranza su temi che hanno diviso l’opinione pubblica quali il posizionamento degli stabilimenti balneari sul lungomare, i patti di collaborazione e lo scandalo del concorso dei vigili urbani del Maggio 2015. In merito a quest’ultimo, sono attesi a breve i primi rinvii a giudizio nel processo penale relativo alle irregolarità riscontrate nello svolgimento del concorso. Il 7 Maggio, a pochi giorni dalla competizione elettorale, si svolgerà la prima udienza del processo. Il sindaco, gli assessori e i membri della commissione del concorso sono stati tutti indagati. Gli eventi relativi allo svolgimento del concorso avevano suscitato parecchio clamore, assurgendo anche alle cronache nazionali. Il concorso è stato poi annullato dal TAR per le irregolarità riscontrate. Ai membri della giunta si contesta, tra le altre cose, la modifica del regolamento comunale di disciplina dei concorsi a pochi giorni dalla pubblicazione del bando al fine di favorire la vittoria di alcuni candidati con l’aumento dell’età massima per la partecipazione. Egidio Criscuolo si era presentato per la prima volta 5 anni fa con una lista di soli giovani, tutti volti nuovi della politica, creando grande entusiasmo e arrivando ad un passo dalla vittoria. Negli anni successivi, in diversi comuni del Cilento, altri hanno tentato di raccogliere l’eredità di quella esperienza. Questa volta sono tutti pronti a scommettere che ce la farà. Ascea sceglierà il cambiamento o confermerà l’amministrazione uscente?

©Riproduzione riservata



Memorial Nellino Rizzo, Ascea ricorda il ‘mister di tutti’

di Luigi Martino

«Oggi adulti, ieri bambini. Ripensando a te e al tuo amore per la vita, sorridiamo ad essa e alle passioni che possono renderla speciale, come tu ci hai insegnato…perchè l’amore ci sopravvive e l’arte – del calcio – ci rende immortali». Con queste parole gli organizzatori del memorial ‘Mister Nellino Rizzo‘ invitano le squadre del Cilento a prendere parte all’evento che si svolgerà sabato 20 aprile 2019 allo stadio comunale di Ascea Marina. E’ passato quasi un anno dalla scomparsa di mister Rizzo, un uomo di sport come pochi, il padre dei ragazzini che frequentavano il campo sportivo di Ascea. Aveva 70 anni e ha lasciato una grandissima eredità, non solo sportiva, ma di amore verso il prossimo e di sport inteso come volano di crescita per le nuove generazioni. Nellino è stato un ex calciatore, dotato di carisma e senso del sacrificio. Non sopportava la slealtà e la cattiveria sui campi da calcio. La sua comunità lo ricorda come il paladino delle cose giuste. Prima del memorial, sabato 20 aprile, si esibiranno le squadre del settore giovanile. Quelle che mister Nellino Rizzo amava coccolare.
Mister Nellino Rizzo con la tuta della Sanmaurese calcio

©Riproduzione riservata



Ascea, Pietro Bartolo il medico di Lampedusa incontra la città di Parmenide 

di Luigi Martino

Riprendono gli appuntamenti della rassegna culturale “La Città di Parmenide. La culla della Grecia in Italia tra arte, cultura e turismo”.  Sabato 13 aprile il progetto realizzato dal comune di Ascea guidato dal sindaco Pietro D’Angiolillo nell’ambito del Poc Campania 2014 – 2020 aprirà una finestra sull’importante tematica dell’accoglienza nel Mediterraneo. Si continua il 15 e il 16 aprile con gli spettacoli teatrali di Velia Teatro. Il 18 discussione sulla sana alimentazione. L’appuntamento di sabato è realizzato in collaborazione con la Bimed, associazione di enti locali per l’educazione e la cultura presieduta da Andrea Iovino. “Chi è l’altro, anzi chi è l’ultimo” è il tema del seminario di studi su Salute, Benessere ed inclusione che si terrà con inizio alle ore 10 presso Palazzo De Dominicis Ricci. La mattinata vedrà la partecipazione del dottore Pietro Bartolo, medico ginecologo di Lampedusa simbolo internazionale dell’accoglienza nel Mediterraneo.
«Una presenza di grandissimo valore» tiene a sottolineare il direttore artistico del progetto Geppino Afeltra. Il dottore Bartolo è da anni è impegnato nelle politiche di accoglienza dei migranti, ed è l’autore di due libri di grande successo. Da tempo con la Bimed è il presidente Iovieno ha un legame molto forte soprattutto nel tracciare percorsi comuni. Lunedì e martedì La Città di Parmenide apre le porte al Teatro. Presso la fondazione Alario di Ascea Marina con inizio alle ore 21 sono in programma due spettacoli a cura di Velia Teatro. Il 15 aprile andrà in scena la rappresentazione “La notte degli ulivi” il 16 aprile si replica  “Il Vangelo secondo Pilato”. Entrambi gli spettacoli sono di Erich Emmanuel Schmitt. Giovedì 18 aprile Palazzo De Dominicis Ricci ospiterà alle ore 10 il seminario di studio  “Il pane quotidiano, su stili di vita alimentazione e salute” a cura della Bimed. Alla discussione parteciperà il dottore Franco Leli,  medico chirurgo esperto dell’apparato digerente e delle malattie derivanti dalla cattiva alimentazione. A chiudere la giornata presso Palazzo De Dominicis Ricci il concerto di musica Anima Nova in collaborazione dell’associazione culturale J.A.M art Music Onlus a cura del dottore Vincenzo De Falco.

©Riproduzione riservata



Paestum e Velia, mai state così vicine: parte la rassegna ‘Aletheia’

di Redazione

Una due giorni ad Ascea per rivivere la storia e per la ricerca, attraverso la storia del pensiero filosofico classico, di se stessi, delle radici, dell’origine greca della Campania. Il 5 e 6 aprile, infatti, nella città di Parmenide, si terrà la rassegna Aletheia. L’evento, di alto spessore culturale, sarà inaugurato giovedì a Capaccio-Paestum per proseguire venerdì e sabato ad Ascea. Il progetto promosso dal comune di Ascea, guidato dal sindaco Pietro D’Angiolillo, vede il patrocinio della Regione Campania, ed è realizzato in collaborazione con il Polo Museale della Campania, l’Ente Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il Parco Archeologico di Elea Velia, l’Università degli Studi di Salerno.

La rassegna attraverso incontri, teatro, musica e danza intende divulgare e valorizzare la “grecità” del territorio cilentano cercando anche di approfondire ulteriormente la conoscenza della storia oltre che del pensiero filosofico. Significative le location prescelte: Ascea, l’antica Elea-Velia, e Paestum, presso il Parco Archeologico. Quasi a voler “avvicinare” due realtà archeologiche di rilevanza internazionale. L’uomo è da sempre alla ricerca di se stesso, quindi della verità. Qualcuno la cerca dentro se stesso, altri fuori e lontano da se stessi. In questo percorso, notevole impulso diedero alla storia del pensiero universale i filosofi, fra cui Parmenide e gli altri membri della scuola eleatica (Senofane, Zenone e Melisso). E non solo. I siti greci della Campania sono prova di un’indagine, di una ricerca, di un’inchiesta intorno alla verità e alla conoscenza.

I luoghi teatro degli eventi saranno ripresi da una troupe televisiva e trasmessi il 6 aprile nel corso della trasmissione di Rai1 “Unomattina”.

“E’ un altro passo avanti -afferma il sindaco di Ascea Pietro D’Angiolillo- per valorizzare il sito archeologico di Elea-Velia, per farlo conoscere al grande pubblico televisivo e per promuovere la nostra storia, le nostre origini, la nostra cultura, il nostro paesaggio. L’economia dei nostri territori -prosegue il sindaco- si regge sostanzialmente sul turismo, per cui ben vengano manifestazioni di rilevanza nazionale, capaci di promuovere i nostri territori e di avvicinare i siti archeologici di Elea-Velia e Capaccio-Paestum”. Programma  L’inaugurazione si terrà giovedì pomeriggio presso il Parco Archeologico di Paestum con un incontro di presentazione alla presenza tra gli altri anche dell’assessore regionale al turismo Corrado Matera, oltre che del direttore Gabriel Zuchtriegel.

Ascea – 5 Aprile 2019, ore 16:00

Saluti affidati a:

  • Pietro D’Angiolillo, sindaco di Ascea
  • Tommaso Pellegrino, presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Presso la sede della Fondazione Alario, nella Sala Francesco Alario, nel pomeriggio del 5 il professore Franco Ferrari e altri studiosi, presenteranno la prima delle due conferenze che si terranno ad Ascea dal titolo “La via filosofica all’immortalità: Platone e Aristotele”.

Nelle due serate di Ascea, il 5 e 6 Aprile, a conclusione dei lavori, presso l’adiacente Cine-Teatro-Auditorium ‘Parmenide’, si terranno spettacoli serali. I due incontri serali di Ascea di musica, danza e teatro saranno affidati a professionisti di caratura nazionale.

Ascea – 5 aprile, ore 19:30

  • Evento denominato ‘Ò Xoros’

Lo spettacolo rivisiterà, tentandone una sintesi di sonorità e suggestioni, di interpretare la ricerca della verità con le musiche dei popoli del Mediterraneo, in chiave contemporanea attraverso l’utilizzo di nuovi e vecchi generi musicali. A cura della Riverside Music School di Roma.

Ascea – 6 aprile, ore 15:00

Presso la Sala Francesco Alario nel pomeriggio del 6 Aprile il professore Franco Ferrari ed altri studiosi, presenteranno la seconda delle due conferenze di Ascea dal titolo: “La verità del mito tra tragedia e filosofia”. È prevista la partecipazione della dott.ssa Giovanna Scarano, Direttore del Parco archeologico di Elea-Velia.

A conclusione dei lavori seguirà un momento musicale

Ore 17.30

  • Riccardo Ascani con Roberto Ippoliti in ‘Oceani’

Ore 19:00

  • Concept musicale del secondo momento (prima serata)

All’inizio dello spettacolo, l’attore Francesco Puccio reciterà in lingua greca e in traduzione italiana i frammenti del poema di Parmenide “Sulla natura”.

  • Paesaggi e Ritratti
  • Musica Danza Immagini dell’Europa

©Riproduzione riservata



Ascea, ladri rubano pc scuola: s’indaga

di Luigi Martino

Furto all’interno dell’istituto comprensivo Parmenide di Ascea Marina, nel Cilento. I ladri sono entrati in azione la scorsa notte rubando i computer utilizzati per le attività didattiche. Le lezioni sono state sospese per la giornata di mercoledì in quanto i malviventi hanno messo a soqquadro le aule dell’istituto frequentato da alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. Sul furto indagano i carabinieri della locale stazione insieme ai colleghi della compagnia di Vallo della Lucania.

©Riproduzione riservata



Arrestato a Sapri truffatore seriale

di Marianna Vallone

Attirava on line persone da tutta Europa in cerca di lavoro proponendo un incontro a Sapri, al termine del quale chiedeva una somma di denaro per spese o corsi da sostenere propedeutici al lavoro. Una volta pagato e avute le indicazioni di dove recarsi però, del lavoro promesso neanche l’ombra. L’ingegnoso artificio è stato scoperto sabato scorso dai militari della Stazione di Sapri grazie alla denuncia di una donna francese che da Nizza si era recata a Sapri per avere il colloquio. Alla donna, che era già stata truffata una volta, era stato proposto un lavoro come manager a bordo di uno yacht di lusso ancorato al porto di Barcellona, prima di partire però, era necessario pagare, subito e in contanti, circa 700,00 euro per il corso sulla sicurezza per il personale da imbarcare. Il presunto funzionario, per rendere credibile la proposta, addirittura forniva i biglietti del treno e della nave, utili per raggiungere la località spagnola. Una volta giunta sul posto però, la vittima non trovava nessuno ad attenderla. A questo punto contattava via e-mail l’organizzazione, apprendendo che la nave dove si sarebbe dovuta imbarcare aveva subito un incendio, quindi veniva invitata a rientrare a casa, con la promessa che nei giorni seguenti sarebbe stata ricontattata per un nuovo incarico, senza avere più notizie. L’uomo utilizzava nomi di fantasia come “Ferkor”, parlava solo in inglese fingendosi israeliano ed era abilissimo nel simulare voci differenti al telefono. Questa volta però, all’incontro con la donna c’erano anche i Carabinieri della Stazione di Sapri che hanno documentato lo scambio di denaro e le proposte fittizie e hanno proceduto all’arresto in flagranza. D.P. classe ’59 siciliano residente ad Ascea, con diversi precedenti per truffa compiuti in tutta Italia ora è in attesa di essere giudicato e dovrà rispondere di truffa aggravata. Dalla documentazione rinvenuta si evince che probabilmente l’uomo portava avanti da diversi anni questo meccanismo truffaldino, forte del fatto che, truffando ragazze da tutta Europa e utilizzando ogni volta nomi e numeri differenti, sarebbe stato difficile per le polizie straniere rintracciarlo.  

©Riproduzione riservata



Cilento, i dieci sentieri più belli da fare a piedi

di Marianna Vallone

Un mondo incantato che si può scoprire con percorsi trekking tra piante millenarie e erbe spontanee, dove da primavera ad autunno è possibile vivere un’esperienza unica, legando insieme ambiente, benessere e tranquillità. Il merito è tutto di Madre Natura che qui offre il meglio per gli appassionati della camminata. Siamo nella terra del Cilento, a sud della provincia di Salerno, tra le antiche bellezze di Paestum e le dolci colline che guardano il mare del golfo di Policastro. Se siete alla ricerca di un sentiero da sogno per un’escursione, venite con noi a scoprire questa ricchezza dal valore inestimabile, fatta di centri storici, parchi naturali, mare, montagna e fiumi. Abbiamo selezionato quelli che per noi sono i 10 percorsi più suggestivi perché ci immergono in una natura da favola, dalle vette innevate del Cervati alle acque cristalline delle spiagge più belle d’Italia di Camerota. Zaino in spalla e cuore aperto, si parte!

Partendo da nord il Sentiero Italia, che collega Piaggine al Monte Cervati, 10 chilometri in montagna con ampi panorami mozzafiato. E’ senza dubbio una sfida per tutti gli amanti di escursionismo. Potrete addentrarvi in una natura rigogliosa, lasciarvi affascinare da spazi sconfinati e scoprire il cuore del Cilento con la sua natura incontaminata.

Il Sentiero Emmisi a Rofrano, un emozionante percorso di 2 chilometri e mezzo all’ombra di alberi secolari, alla scoperta  del ciclo dell’acqua lungo il corso del torrente e della Forra dell’Emmisi.

Il percorso Rupazzi tra Tortorella e Casaletto Spartano, sentiero storico lungo poco più di 2 chilometri, antica congiunzione tra i due paesi. Immersi nella natura, tra animali specie protetta del Parco del Cilento, la vostra gita si trasformerà in un’avventura indimenticabile, che vi permetterà di godervi la vista sui tetti rossi di Casaletto Spartano e della sua frazione Battaglia.

Il Sentiero del Rio Casaletto, un percorso lungo il torrente che accompagna alla scoperta di paesaggi naturalistici molto emozionanti: in 2 chilometri si alternano colori, fioriture spettacolari e tanta bellezza. Grandi emozioni ai camminatori, che godranno delle  cascate dei Capelli di Venere.

Sentiero Farneto tra Tortorella e Morigerati, 3 chilometri e 400 metri in una rete intricata di itinerari fiabeschi che vi faranno subito dimenticare la fatica del trekking. Questo remoto e impegnativo percorso segue degli antichi punti di congiunzione tra i due borghi. Ampi panorami sulla forra del rio Casaletto e Bussentino.

Il sentiero Lentiscelle Porto Infreschi ci porta a mare. Un percorso di quasi  5 chilometri adiacente alle spiagge più belle d’Italia. Le vedute sulle falesie e sul porto naturale sono straordinarie e spostarsi da un capo all’altro ha qualcosa di magico.

Il percorso sulle tracce di Enea, che collega Marina di Camerota a Punta Infreschi, segue un’antica mulattiera che si muove tra terrazze verdi, coste rocciose e spiagge bianchissime, dove anche in inverno sarà difficile resistere alla tentazione di un bagno in mare.

Il sentiero da Velia a Punta del Telegrafo, ad Ascea. 2 chilometri in cui si ripercorrono i tanti secoli di splendore che ha vissuto questo territorio, tra approdi naturali e antiche bellezze.

Il sentiero a Guardia del Cilento, da San Severino di Centola a Roccagloriosa. 3  chilometri nei luoghi che lasciano il segno di tanti secoli passati, di tante avventure, di tanta civiltà, che si possono leggere nel castello, nel palazzo baronale, nelle abitazioni di San Severino, nelle tombe lucane di Roccagloriosa.

Si attraversano le viscere della terra con il sentiero dell’Oasi di Morigerati. Passeggiata di 1 chilometro che inizia da una bellissima mulattiera lastricata in pietra che, dopo una serie di tornanti in discesa, porta fino all’ingresso della grotta, tra canyon, pozze, rapide e cascate.

Articolo in collaborazione con Cilento Took 

©Riproduzione riservata



Ascea, il ‘Cenni-Marconi’ in piazza per la disabilità

di Luigi Martino

In occasione della giornata internazionale per le persone con disabilità, l’istituto di istruzione superiore Cenni-Marconi, in collaborazione con il Comune di Ascea e il lido bealneare Zucchero e Cannella beach, organizza una manifestazione sul tema Responsabilizzare le persone con disabilità e garantire l’inclusione e l’uguaglianza.

La giornata internazionale delle persone con disabilità è stata proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili. Dopo decenni di lavoro delle Nazioni Unite, la Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, adottata nel 2006, ha ulteriormente promosso i diritti e il benessere delle persone con disabilità, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire loro la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società.

La manifestazione, fortemente voluta e organizzata dalla docente Carmen Lucia e dal dott. Andrea De Luca, si terrà il 7 dicembre prossimo, alle ore 9.30, in piazza Europa ad Ascea. Interverranno, oltre alla professoressa Carmen Lucia, docente dell’I.I.S. Cenni-Marconi, e al dott. Andrea De Luca, responsabile del Premio per la Legalità, l’avv. Pietro D’Angiolillo, sindaco di Ascea, il prof. Cosimo Petraglia, direttore scolastico dell’I.I.S. Cenni-Marconi, il presidente Unitalsi Agropoli Rosaria Duraccio, il presidente della Croce Rossa di Agropoli e del Cilento, Giovanna Infante e il dott. Giovanni Mugnani, responsabile Nefrologo della clinica Cobellis.

«Nel corso della manifestazione leggeremo i diritti del pedone per educare i nostri allievi al rispetto dell’altro e alla disabilità – anticipa la professoressa Carmen Lucia -. Le nostre allieve terranno un workshop su salute, benessere e armonia e si esibiranno in balli artistici, guidati dalla professoressa Marina Lenza, con abiti cuciti nei laboratori di progettazione tessile e moda a cura della professoressa Mascia Milito». Alla manifestazione prenderanno parte una delegazione di alunni dell’I.I.S. Cenni Marconi. La locandina dell’evento:  
 

©Riproduzione riservata



Abusivismo e rifiuti, due imprenditori nei guai

di Luigi Martino

I finanzieri in azione

I finanzieri del comando provinciale di Salerno, in esecuzione di un decreto emesso dal gip del tribunale di Vallo della Lucania, hanno sequestrato un’area di 10 mila metri quadrati e un impianto di produzione e stoccaggio di calcestruzzo di circa 11 mila metri quadrati nel comune di Castelnuovo Cilento. Il valore delle due aree si aggira attorno ai 75 mila euro. Nei guai sono finiti due imprenditori di Ascea accusati di aver realizzato interventi edili in zone sottoposte a vincolo paesaggistico e ambientale. Secondo la guardia di Finanza, inoltre, i due sarebbero responsabili anche di alcuni sversamenti di rifiuti su suoli privati e presso siti non autorizzati.

L’elemento che ha suscitato l’interesse investigativo dei militari è stato la stratificazione dei rifiuti, che aveva causato l’innalzamento dell’intera area utilizzata per lo sversamento, portandola allo stesso livello del manto stradale, diversamente dalle zone agricole adiacenti.

Gli accertamenti effettuati sul posto hanno poi portato anche all’individuazione di un complesso produttivo di calcestruzzo per la lavorazione, la produzione e lo stoccaggio dei rifiuti realizzato abusivamente, peraltro in una zona sismica e, per di più, sottoposta a vincoli paesaggistici naturali.

Con il sequestro preventivo dell’intero impianto produttivo e dell’area attigua adibita a discarica, è scattata anche la denuncia dei due imprenditori cilentani per le numerose violazioni in materia ambientale ed edilizie riscontrate.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019